Steph Curry, il nuovo contratto è privo di player option e no-trade clause

NBA News

Stephen Curry, stella dei Golden State Warriors, franchigia campione in carica della NBA, durante la scorsa estate, ha firmato un rinnovo contrattuale della durata di cinque anni e del valore di 201 milioni. Nelle ultime ore sono emersi alcuni particolari riguardanti l’accordo tra la franchigia della baia di San Francisco e il nativo di Akron. Secondo quanto riportato da Marcus Thompson, il nuovo contratto non prevede né una player option per il quinto anno né la “no-trade clause”. L’unica richiesta, formulata dallo stesso Steph, che gli Warriors hanno voluto accettare è quella riguardante la cosiddetta trade kicker, che è presente nel contratto con un valore del 15%. La trade kicker è un bonus che le franchigie possono inserire all’interno di un contratto: il giocatore in questione (Curry, ndr) lo riceverà in seguito alla prima trade, che lo riguarderà, proprio dagli stessi Warriors.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.