Steph Curry sulle difficoltà degli Warriors: “Dieci anni fa eravamo messi peggio”

Home NBA News

Steph Curry non tornerà in campo prima di fine gennaio per i Golden State Warriors dopo l’infortunio alla mano subito il mese scorso, e nel frattempo sta vedendo la sua squadra sgretolarsi di fronte a quasi ogni avversario, date anche le tante assenze.

A NBC Bay Area, però, Curry ha confessato che la situazione attuale degli Warriors sarebbe comunque migliore di quella trovata da lui al suo ingresso in NBA, ormai 10 anni fa.

Sicuramente era più dura quando siamo arrivati qui. Per prima cosa, non sapevo quello che dovevo fare. Eravamo ragazzi giovani che cercavano di capirci qualcosa. È dura quando è così perché non sai le cose, è stato un brutto periodo.

Poi Curry si è però detto fiducioso su una ripresa di Golden State nei prossimi mesi:

So che andrà meglio, perché conosco la nostra squadra e su chi potremo contare: io, Draymond, Klay, Russell. E so di cosa siamo capaci. Ora i giovani hanno l’occasione di fare esperienza, ma è anche interessante. Siamo sempre prigionieri del momento, quindi è difficile vedere il quadro completo. Nella NBA normale, ci sono sempre degli anni di difficoltà, non tutto funziona, e quindi devi essere pronto a reagire. Ma noi ora ci siamo proprio in mezzo, quindi è difficile avere una percezione di quel che sta accadendo. Siamo tutti fiduciosi che potremo tornare competitivi una volta che torneremo dagli infortuni e vedremo davvero che squadra siamo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.