Stephen Curry e la recente impennata nelle % da 3 punti: svelato il segreto

Home NBA News

Proprio quando si pensava che la storia d’amore (che comunque durava da alcuni anni) di Stephen Curry con il tiro da 3 punti sembrava stesse svanendo, ecco che il numero 30 dei Golden State Warriors ha ricominciato a bombardare le retine da dietro l’arco: Curry, dopo la pausa dell’All Star Game, stava tirando con un misero 36.6% da 3 punti (48/131) , quando nelle ultime 9 stagioni ha tirato un irreale 46.5% nella seconda parte di stagione, ma nelle ultime 5 partite ha tenuto sempre una percentuale superiore o uguale al 50%, impensabile per qualsiasi essere umano.

In una recente intervista alla stampa, la stella dei Warriors ha svelato il segreto che si cela dietro questo incredibile miglioramento: “Ho iniziato a mettermi delle lenti a contatto. Sono serio, non sto scherzando. E’ come se avessi dei nuovi occhi, come se l’intero mondo si fosse aperto per me, è proprio così“.

A quanto pare, Curry ha avuto dei problemi con la vista dalla nascita: il figlio di Dell soffre di cheratocono, una malattia della cornea che progressivamente la riduce ad un cono invece di un normale cerchio; questo difetto ha reso Curry astigmatico, ma con l’aiuto delle lenti a contatto Curry è riuscito a correggere il difetto e, di conseguenza, le sue percentuali al tiro.

Francesco Manelli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.