Stephen Jackson era amico di George Floyd, il ragazzo ucciso dalla polizia in Minnesota

Home NBA News

In mattinata vi abbiamo raccontato delle reazioni di LeBron James prima e di Steve Kerr e Jaylen Brown poi, dopo la notizia dell’uccisione di George Floyd, uomo afro-americano, dalla polizia in Minnesota, fatto del quale è facilmente reperibile il video online.

Probabilmente molto più addolorato dei personaggi NBA sopracitati è però Stephen Jackson, che nella Lega vi ha giocato per diversi anni e ormai da qualche stagione si è ritirato. L’ex giocatore di Pacers, Warriors e Bobcats ha rivelato di essere un amico di George Floyd, come lui nativo di Houston, queste le sue parole a NBC Sports Bay Area:

Questa è la notizia con la quale mi sono dovuto svegliare. Floyd era mio fratello. Ci chiamavamo “twin” [gemello, ndr] a vicenda. Tutti lo sapevano. Mio fratello era andato in Minnesota per cambiare la sua vita, guidava camion. Gli avevo appena spedito due o tre scatole di vestiti. Il mio amico stava solo facendo quello che doveva fare, e l’avete ucciso. Sto andando ora in Minnesota. Voglio fare tutto quello che è in mio potere, non posso lasciare passare. Non lo capisci davvero finché non vengono a bussare alla tua porta. St******e.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.