Sterling potrebbe condannare i Clippers, gli sponsor scappano e Doc Rivers è in bilico.

Home

doc riversL’intercettazioni rese note da TMZ potrebbero aprire una nuova fase buia della storia dei Los Angeles Clippers. Da quando Blake Griffin e Chris Paul sono arrivato nella “Los Angeles sbagliata” le cose sono cambiate tanto che siamo costretti ad utilizzare le virgolette per definirli in questo modo. Il polverone sollevato da TMZ e dalle dichiarazioni razziste di Donald Sterling rischia però di esser più grave del previsto e di far terminare sul nascere il periodo roseo che, probabilmente, il destino aveva programmato per questi Clippers.

In primo luogo tutto ciò potrebbe distrarre la squadra che è alle prese con una difficilissima serie di Playoff contro i Golden State Warriors che proprio stanotte si sono portati sul 2-2, ma le ripercussioni potrebbero essere anche più lontane nel tempo. Dopo la State Farm, anche altri sponsor dei Clippers hanno annullato il loro contratto, si tratta di Virgin Atlantic, Virgin America (che ha specificato che qualora Sterling vendesse la franchigia sarebbe disposta a rifirmare un contratto analogo immediatamente), Kia e CarMax. Da sottolineare che anche i Village People si sono schierati contro Sterling, vietando l’utilizzo della loro canzone “Y.M.C.A.” durante le partite dei Clipps.

Come se ciò non bastasse, anche Doc Rivers potrebbe rompere i suoi rapporti con la franchigia dopo aver firmato solo la scorsa estate. E’ lo stesso ex-coach dei Boston Celtics a sollevare dei dubbi dicendo:

“Non so se l’anno prossimo sarò ancora l’allenatore dei Clippers, la situazione è molto difficile e non so cosa succederà”

Inutile sottolineare che l’eventuale addio di Doc Rivers creerebbe un esodo. Il principale motivo per il quale CP3 ha deciso di rimanere a LA è stato, infatti,  l’arrivo del coach che in meno di una stagione ha trasformato la squadra favorendo la crescita di Griffin e Jordan e portandola ad ottenere il terzo miglior record della NBA.

UPDATE: Anche la RedBull ha interrotto qualsiasi tipo di contatto con i Los Angeles Clippers. 

1 thought on “Sterling potrebbe condannare i Clippers, gli sponsor scappano e Doc Rivers è in bilico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.