Steve Kerr dice a Jared Kushner, Senior Advisor di Trump, di insegnare al presidente USA di “non essere razzista”

Home NBA News

L’allenatore dei Golden State Warriors, Steve Kerr, non si è trattenuto a rispondere a un tweet di “The Daily Show”, mentre il conduttore Trevor Noah ha attaccato le critiche di Jared Kushner all’NBA.

I giocatori della NBA hanno scioperato mercoledì a sostegno di Jacob Blake, un afroamericano di 29 anni che è stato colpito sette volte alla schiena dalla polizia di Kenosha in Wisconsin.

Kushner, senior advisor di suo suocero, il presidente Donald Trump, ha affermato che i giocatori NBA sono in una posizione unica per prendersi una notte di ferie a causa dei loro alti stipendi. Noah ha ridotto in frantumi questo argomento con il suo commento:

“Mi piace il modo in cui Jared ha cercato di insinuare che i giocatori NBA non dovrebbero lamentarsi perché sono ben pagati. Prima di tutto, Jared, sono ricchi perché sono i migliori in quello che fanno, ok? Perché sei ricco? In cosa sei il migliore? Oltre a sembrare un fantasma vittoriano“,

“E inoltre, i ricchi non dovrebbero lamentarsi? Il tuo capo-padre è qualcuno che non fa altro che lamentarsi. Vattene da qui, cazzo”.

L’allenatore degli Warriors ha aggiunto un po’ del suo brio a questo, indicando ciò che l’NBA sta facendo per attuare il cambiamento nella società mentre il regime di Trump se ne sta a guardare:

“Giocatori, allenatori, dirigenti e proprietari della NBA stanno lavorando duramente per affrontare il razzismo e trovare modi per migliorare il nostro paese. Jared, tuo suocero diffonde quotidianamente odio e divisione. Risparmiaci la tua confusa lezione e cerca di insegnare al presidente a non essere razzista”.

Steve Kerr è sempre stato tra le voci NBA più forti che si oppongono al regime Trump, e la sua cronologia di Twitter è piena di critiche per il presidente americano.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.