Steve Kerr rivela quanto il buzzer beater nelle NBA Finals del 1997 gli abbia cambiato la vita

Home NBA News

L’allenatore dei Golden State Warriors, Steve Kerr, ha segnato il buzzer beater in gara-6 delle NBA Finals del 1997 contro gli Utah Jazz da giocatore dei Chicago Bulls e da allora la sua vita non è più stata la stessa.

Nell’ultimo episodio di All The Smoke con Matt Barnes, Kerr ha parlato di come la sua giocata vincente con i Bulls abbia cambiato la sua vita per sempre.

“Mi ha portato a un altro contratto. Un paio di anni dopo ero un free agent e gli Spurs mi offrirono cinque anni a una marea di soldi, il che mi consentì di acquistare una casa a San Diego e di prendermi cura della mia famiglia”.

“Ha cambiato molte cose. Penso che quel canestro probabilmente mi abbia fatto ottenere il mio lavoro in TV, sai, perché giocare per i Bulls e avere un grande momento mi ha portato da un luogo di relativa oscurità a ‘oh, conosciamo quel ragazzo’ “.

“Quindi, quella stagione, quegli anni a Chicago, tutto si è sommato per darmi una spinta a un altro livello nella mia carriera e nella mia vita”.

Kerr ha vinto tre campionati con Michael Jordan e i Bulls alla fine degli anni ’90. Ne ha vinte altre due con i San Antonio Spurs nel 1999 e nel 2003.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.