Storica vittoria casalinga per ASVEL: battuto in rimonta il Panathinaikos

Coppe Europee Eurolega

LDLC ASVEL VILLEURBANNE – PANATHINAIKOS OPAP ATHENS 79-78
(22-22/18-24/10-17/29-15)

Arriva anche la seconda vittoria nel torneo per ASVEL Villeurbanne, uscita in trionfo dalle mura casalinghe dopo la rimonta ai danni del Panathinaikos, avanti per 20 minuti ma poco tenace nel finale.

Primo quarto molto equilibrato, nel quale nessuna delle due sfidanti spicca particolarmente. Nonostante l’avvio deciso dei padroni di casa sono i greci i primi a dare segnali importanti, con il mini allungo di metà frazione che sembra dare i suoi frutti. Lighty e Jackson rispondono per le righe ai biancoverdi, portando alla parità prima della sirena (22-22). Il copione non cambia nei primi minuti della seconda decina, e per 5 minuti il risultato non va oltre un possesso di differenza. La svolta arriva con il 7-0 francese, nato dalle mani di Lighty, Diot e Kahudi; il Panathinaikos infatti da il primo colpo di manubrio alla gara rispondendo con il controbreak da 2-8, con protagonisti Thomas, Papagiannis e Jimmer Fredette. Jekiri pareggia, Calathes allunga e nel finale la magia di Rice congela il risultato sul massimo vantaggio greco (40-46).
Al ritorno dalla pausa lunga gli ospiti provano a completare il lavoro iniziato dieci minuti prima, alla ricerca della doppia cifra di vantaggio che sa di tranquillità. Papagiannis e Calathes aprono, Fedrette e Papapetrou chiudono: il 2-9 di break è presto fatto e il solo Jekiri non impensierisce con i suoi rimbalzi offensivi. ASVEL ritrova pian piano la concentrazione, rosicchiando qualche punto nei momenti no degli avversari, ma i canestri nel finale arrivano eccome e la doppia cifra di distacco sembra alla sirena un ostacolo insormontabile (50-63). Il quarto periodo parte col botto: l’ex Sassari Lighty e Taylor svegliano l’arena e i compagni con 8 punti che riaprono inaspettatamente tutto. Il Panathinaikos sembra inizialmente bloccato, trova ossigeno con il 2+1 di Thomas ma sente il fiato sul collo dei grigi, redivivi come non mai. ASVEL prosegue con costanza la caccia al pareggio e continua a costruire grazie alla freddezza di Lomasz e Kahudi e alla solidità del solito Lighty;  Jimmer Fedrette e Thomas sono i soli fari offensivi di un Panathinaikos comunque tenace. Tutto è destinato a decidersi nel concitato finale: Livio e Kahudi mettono i punti necessari per il pareggio a 78 dopo una sanguinosa palla persa dagli ospiti, Calathes sbaglia la tripla e in contropiede Taylor viene mandato alla lunetta per un 1/2 che vale il secondo sorpasso dei francesi. A 14 secondi dalla fine Calathes ha in mano il possesso della vittoria, ma il pallone pesa e la conclusione non va oltre il ferro. Alla sirena è festa grande per la piccola ASVEL, ancora imbattuta dopo le due gare contro i due mostri sacri della pallacanestro ellenica (79-78).

LDLC ASVEL VILLEURBANNE: Lighty 18 – Jekiri 15 (+12 rimbalzi) – Kahudi 10

PANATHINAIKOS OPAP ATHENS: Thomas 22 – Fedrette 18 – Calathes 13 (+8 assist)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.