Straripante Fortitudo Agrigento contro Agropoli: al PalaMoncada i siciliani chiudono a +17 sui campani

Serie A2 News Recap

FORTITUDO MONCADA AGRIGENTO – BASKET AGROPOLI 73-56
(24-16, 12-15, 21-9, 16-16)

Quintetti
AGRIGENTO: Buford, Evangelisti, Chiarastella, Piazza, Bell-Holter
AGROPOLI: Turel, Taylor, Langford, Santolamazza, Molinaro

Stato di forma
La Fortitudo Agrigento, dopo la sconfitta all’esordio contro la Virtus Roma, spera di avere oleato tutti i meccanismi per riuscire ad ottenere la prima vittoria stagionale davanti al proprio pubblico. Coach Ciani in settimana si è dedicato particolarmente ai due americani allo scopo di aiutarli ad integrarsi rapidamente nel gruppo e adattarsi agli schemi.
Agropoli si presenta in Sicilia, con grande entusiasmo, dopo la netta vittoria inferta alla Viola Reggio Calabria.

Assenze
Agropoli non potrà schierare Gabriele Romeo fermo a causa di una distorsione alla caviglia sinistra.

Scelta tattica
Agrigento punta sulla difesa sfruttando la fisicità dei lunghi. Coach Ciani prova diversi schemi tattici inserendo, a tratti, due centri o due playmaker.
Coach Finelli punta sulle conclusioni rapide sia da breve sia da lunga distanza, con 100 tiri complessivi, ma con troppi errori.

fortitudo_agropoli1La gara
Pronti? Via! È palla a due per Agropoli che parte aggressiva, proponendo sin da subito, un gioco veloce, ma con troppi errori. Ne approfitta Agrigento che attua gli schemi con calma per un immediato mini break 6-0. È Molinaro ad accorciare con una tripla, ma la Fortitudo Moncada, grazie ai suoi due americani, allunga fino all’11 a 3, a poco meno di 4 minuti dall’inizio. Allungo che viene protratto fino al +12 (20-8) da parte dei padroni di casa. Conclusione del primo quarto con un parziale di 24-16.

Il secondo quarto inizia con parte del quintetto agrigentino “rinnovato”: entrano a turno De Laurentiis, Bucci, Ferraro e Zugno per Buford, Bell-Holter, Piazza e Chiarastella. Ne approfitta Agropoli che accorcia subito fino al 28-24. Agrigento reagisce e, in un minuto, torna a +9. A questo seguono 2 minuti di errori da entrambe le parti. Per sbloccare il punteggio, serve un fallo sotto canestro di Lucarelli, su De Laurentiis. 2/2 dalla lunetta e biancazzurri a +11. Agropoli risponde prontamente con una tripla di Turel. Poi ancora errori da parte della Fortitudo Moncada e Agropoli che si avvicina fino al 35-31. Al suono della sirena il punteggio è di 36- 31 per i padroni di casa.

Nel terzo quarto, i due quintetti rientrano dagli spogliatoi, più aggressivi, ma i canestri sembrano “stregati”: soltanto 3 punti per parte in 3 minuti e 30 secondi. Ci pensano Evangelisti da tre e Chiarastella da due sotto canestro più tiro libero aggiuntivo per fallo subito, a promuovere il nuovo allungo sull’avversaria campana (45-34 all’inizio del quinto minuto di gioco).
La svolta arriva al minuto 6:15 con la sostituzione di Taylor per via del quarto fallo personale commesso. E’ solo “l’incipit” visto che si susseguono una serie di falli per Agropoli che raggiunge, subito dopo, il quinto fallo di squadra, quando mancano ancora 3:30 alla conclusione del quarto.
A 3 minuti dal termine, con Bell-Holter sulla lunetta, un blackout al PalaMoncada costringe gli arbitri a sospendere l’incontro per 20 minuti; alla ripresa l’americano sbaglia anche il secondo tiro libero. Ancora Agrigento negli ultimi minuti per il massimo vantaggio (+17) a fine quarto: 57-40.

All’inizio dell’ultimo quarto da segnalare il rientro di Taylor e ancora tanti errori: punteggio fermo fino al minuto 2:46, poi Taylor subisce fallo da Ferraro e fa due su due dalla lunetta. Ancora falli per Agropoli (quinto fallo di squadra) e, a 5 minuti dalla fine, Agrigento che amministra a +18. Timide reazioni di Agropoli, con Molinaro da 3 e Carenza da 2, e campani che accorciano a -13 quando i minuti da giocare sono poco meno di 4.
La partita si chiude definitivamente quando Piazza a 51 secondi dal termine dell’incontro, fa uno su due dalla lunetta portando Agrigento a +13. Il finale è tutto per la Fortitudo, con Bell-Holter sotto canestro e Piazza dalla lunetta (due su due), per il definitivo 73-56.

Migliori in campo

AGRIGENTO: Buford 14 punti, 8 rimbalzi, 1 assist, 5/14 da due, 1/1 da tre.
AGROPOLI: Turel 14 punti, 1 rimbalzi, 1 assist, 3/14 da due, 2/6 da tre.

Peggiori in campo

AGRIGENTO: Ferraro 0 punti, 4 rimbalzi, 1 assist.
AGROPOLI: Contento 0 punti, 3 rimbalzi, 3 assist.

Tabellini
AGRIGENTO: Buford 14, Piazza 8, Chiarastella 5, Evangelisti 12, Bell-Holter 9, Bucci 8, De Laurentiis 14, Ferraro 0, Zugno 3, Cuffaro NE, Mario Tartaglia NE, Andrea Tartaglia NE.
AGROPOLI: Turel 14, Taylor 10, Langford 7, Santolmazza 10, Molinaro 8, Carenza 7, Lucarelli 0, Contento 0, Amanti NE, Silvestri NE, Ndiaye NE.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.