Supercoppa 2020, le pagelle di Cantù-Varese: Donte Thomas si sveglia dopo 4 gare pessime; Luis Scola è il solito fenomeno!

Home Pagelle Serie A

Prima vittoria stagionale per Cantù contro Varese grazie a un eccellente Donte Thomas, il peggiore nelle prime 4 partite. Per Varese altra enorme partita di Luis Scola.

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ

Donte Thomas: 8. Dopo 4 insufficienze, anche gravissime, questa sera è stato il migliore in campo, dimostrando che ci può tranquillamente stare a questi livelli. Sicuramente la maggior confidenza con il basket italiano l’ha aiutato a dar vita alla gara di oggi: 20 punti con un solo errore dal campo e 7 rimbalzi.

Jaime Smith: 6.5. Non ripete l’enorme prestazione di venerdì scorso ma comunque fa il suo e segna un paio di canestro in momenti cruciali del match.

Sha’markus Kennedy: 5. Soffre ancora tantissimo Scola, che ne mette di nuovo 26, e in attacco non riesce a fare neanche un punto. Non abbiamo voluto essere troppo ingenerosi vista la vittoria della sua squadra. 

Gabriele Procida: 6. Sufficienza d’incoraggiamento per un giovane italiano che migliora di gara in gara. 

Maarten Leunen: 7. Difende molto meglio rispetto alle prime uscite e in attacco raggiunge sempre la doppia cifra. Prestazione incoraggiante.

Andrea La Torre: 6.5. Spesso criticato per la sua troppa poca personalità in attacco ma questa sera si è preso 5 triple, di cui 3 andate a segno. Davvero un’ottima serata per il capitano canturino. 

Jazz Johnson: 7. Uno dei più costanti in queste 5 uscite. Potenzialmente è un giocatore con tanti punti nelle mani, se sfruttato bene.

Jordan Bayehe: 6. Fa meglio del titolare, ovvero Sha’markus Kennedy, sia in attacco sia in difesa: quando c’è lui in campo, Scola fa molta più fatica a buttarla nel cesto.

Andrea Pecchia: 6.5. Spesso gli abbiamo chiesto di mettere in campo maggiore personalità e questa sera l’ha fatto. Bisogna però migliorare le statistiche da due, solo 33%.

All. Cesare Pancotto: 6.5. La sua squadra migliora a vista d’occhio. Se Thomas si conferma questo giocatore, con Smith, Leunen e Pecchia, oltre a Johnson dalla panchina, la salvezza non dovrebbe essere un grossissimo problema. 

OPENJOBMETIS VARESE

Anthony Morse: 5. Continua a dare dei segnali negativi. Deve fare molto di più per meritarsi qualche minuto in più sul parquet.

Luis Scola: 8. Ancora 26 punti, come nella gara di venerdì. Abbiamo finito le parole per questo fenomeno argentino!

Giovanni De Nicolao: 7. Una bella partita per l’ex Agrigento che ha chiuso con 11 punti, tirando con il 100% dal campo. Sicuramente molto meglio questa sera di venerdì poiché è stato uno dei migliori di Varese.  

Ingus Jakovics: 5. A differenza della scorsa contesa, questa sera non ha saputo incidere, risultando più un problema che un risolutore di problemi per l’Openjobmetis.

Michele Ruzzier: 5.5. Anche l’ex Cremona, come il lettone, non ha vissuto una serata da ricordare. A volte sembra mancare un po’ di personalità.

Denzel Andersson: 5. Uno degli oggetti più misteriosi di questo inizio di stagione per i prealpini. Nonostante qualche discreta prestazione, finora ha deluso le aspettative. 

Arturs Strautins: 5. Sempre meno minuti in campo. Questa non è certamente una nota positiva per il classe 1998 ex Trieste e Udine.

Niccolò De Vico: 5.5. Nemmeno lui riesce a ripetere la bella gara di Masnago contro Cantù, complice una grandissima prestazione di Donte Thomas, sia in attacco sia in difesa.

Giancarlo Ferrero: 4.5. Il più fuori condizione di tutti.

Toney Douglas: 7. Parte fortissimo con un paio di bombe e chiude con 14 punti. Nonostante la buona partita, serve di più da un giocatore del suo talento.

All. Vincenzo Cavazzana: 5. Catapultato dalla sera alla mattina sulla panchina di Varese, ha condotto bene Varese ma questa sera l’Acqua S.Bernardo ha giocato un po’ più da squadra e ha meritato di vincere.

Immagine in evidenza: sito Pallacanestro Cantù

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.