Supercoppa Centenario LNP: quarto quarto perfetto dell’Urania, Milano stende Bergamo

Home Serie A2 Recap

WITHU BERGAMO – URANIA MILANO

69-77

(19-21; 20-17; 20-19; 10-20)

L’Urania Milano si impone d’autorità sul parquet del PalaAgnelli di Bergamo vincendo un match equilibrato per oltre 30 minuti. Gli uomini di coach Villa producono un perfetto quarto periodo concedendo soli 10 punti ai bergamaschi. Partita maiuscola di Langston, MVP del match e autore di 18 punti, 5 rimbalzi con 18 di valutazione.

I primi punti della Supercoppa Centenario LNP vengono messi a segno da Pullazi, al secondo esordio con la maglia orobica, lo imita poco dopo Purvis per il 5-0 Bergamo, l’Urania sbaglia tanto ma i gialloneri non ne approfittano. Milano si masciadri bergamo sblocca dopo oltre 3 minuti di gioco con i primi punti di Langston, i padroni di casa sono attivissimi a rimbalzo d’attacco (8 al 10′) ma spesso e volentieri sprecano le palle da seconda opportunità, questo permette a Milano di tornare in parità e mettere la testa avanti nel match. Raivio si sblocca, Bossi realizza 4 punti consecutivi e l’Urania prova a mettere la freccia ma Bergamo rimane lì grazie all’energia e i punti di Seck. Dopo i primi 10 minuti di gioco l’Urania conduce sul 21-19.

Si accende la gara, Bossi, Langston e Benevelli puniscono per un nuovo tentativo di allungo milanese, ma Bergamo rimane a galla grazie all’energia dei suoi lunghi, ai rimbalzo in attacco e ai numerosi punti nel pitturato. L’Urania non segna più, gli uomini di Villa mantengono il vantaggio grazie ai tanti viaggi in lunetta (35-31 al 15′). Bergamo torna in palla, Easley e Da Campo sono instancabili, al 20′ sono i padroni di casa ad essere avanti sul 39-38.

Easley e Purvis tornano a martellare e Bergamo prova la fuga in avvio del periodo (46-40), è Raivio a fermare l’emorragia dopo oltre 4 minuti di gioco con 5 punti consecutivi. Gli uomini di Calvani allungano nuovamente sul +6 (51-45) sfruttando l’ennesimo passaggio a

vuoto dell’Urania: i milanesi non si lasciano comunque andare e, sulle ali di Langston, tornano in gara. L’americano raggiunge quota 15 punti e con 1 minuto da giocare nel quarto gli ospiti si ritrovano avanti sul 54-53. All’ultimo mini riposo il tabellone recita 59-57 Bergamo.

Langston rimette avanti i suoi, si accende il duello sotto le plance con Easley, vinto, almeno per il momento, dall’americano di Milano. L’Urania prende il largo (65-59) approfittando dei minuti di polveri bagnate dei bergamaschi. Gli ospiti toccano il +10 a metà quarto (69-59), Pullazi sblocca i suoi ma l’inerzia rimane tutta dalla parte di Milano. Quando tutto sembra chiuso, Bergamo si risveglia: due bombe consecutive riportano la WithU sul -6 (73-67) con 1:45 da giocare quando coach Villa è costretto a chiamare timeout. Purvis non realizza da oltre l’arco, Bossi e Raivio chiudono i giochi: vince l’Urania Milano 77-69.

Qui i tabellini del match.

Matteo Gualandris

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.