Supercoppa, le pagelle di Virtus Bologna-Reggio Emilia: V sulle spalle di Gamble, a Reggio non basta un super Kyzlink

Home Pagelle Serie A

Dopo un supplementare la Virtus si sbarazza di una coriacea Reggio Emilia, che grazie ad un super Kyzlink e a Candi se la gioca fino all’ultimo nonostante le assenze. Gamble e Weems salvano la Virtus senza Teodosic.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Amedeo Tessitori 6,5: 6 punti in 5 minuti con anche 4 rimbalzi, si vede molto all’inizio, molto poco alla fine. Djordjevic gli preferisce la mobilità di Gamble nonostante nel primo tempo l’ex Treviso riesce a correre bene il campo e a farsi trovare pronto dai compagni.

Lorenzo Deri n.e.

Awudu Abass 7: doppia doppia e tante conferme di ciò che di buono si era visto già a Cremona. Non ha paura di prendere la palla in mano, tanta fisicità e difesa attenta. I compagni giocano spesso per lui e lui sembra trovarsi a suo agio. Ci sono anche 5 falli subiti che confermano come sia già al centro del gioco bianconero

Alessandro Pajola 6: alterna buone cose a imprecisioni che gli possono costare caro. 28 minuti in campo in regia, riuscendo più a mettersi in proprio che a trovare i compagni. Buona la difesa sul possesso finale di Taylor nell’overtime, rimediando ad un suo errore in attacco nei minuti finali

Amar Alibegovic 5: impalpabile, gioca nel primo tempo poi rimane a sedere per quasi tutto il secondo. Non riesce a trovare la sua dimensione in campo e in difesa soffre la mobilità di Baldi Rossi

Stefan Markovic 5,5: lascia le incombenze della regia a Pajola preferendo concludere le azioni. Sparacchia dall’arco (0/5 da tre) con scelte di tiro a volte sbagliate. Deve ritrovare ancora la forma ottimale e si vede

Giampaolo Ricci 6: senza troppo farsi vedere alla fine c’è sempre, in attacco e in difesa. Anche lui non ancora al top della condizione

Josh Adams 5: non trova la quadra in attacco, dove prova a sbloccarsi dalla lunga distanza senza successo (1/9 complessivo dal campo), complice la forma fisica non ancora eccellente. Si salva in difesa su Taylor

Vince Hunter 6,5: il solito apporto magistrale, nonostante si tratti ancora di precampionato. 11 punti in 14 minuti, utilissimo da entrambi i lati del campo e anche preciso dalla lunetta nel finale. Sua la schiacciata che chiude i conti

Kyle Weems 7: sprazzi del vecchio Weems che l’anno scorso ha incantato la Serie A. Segna la tripla che permette alla V di pareggiare i conti sul finire dell’ultimo periodo, poi altri canestri pesanti in una serata dove gioca tanto per ritrovare la migliore forma

Stefan Nikolic s.v.

Julian Gamble 7: parte in sordina, poi esce alla distanza, soprattutto nell’ultimo quarto e nell’overtime, quando la V si affida a lui in post basso per fare male alla difesa di Reggio Emilia. Canestri e falli subiti, quasi perfetto al tiro e 18 punti finali che, di fatto, regalano la vittoria alla Segafredo

All. Sasha Djordjevic 6,5: la sua Virtus è ancora un cantiere aperto come sottolineato anche da lui nel post partita

 

UNAHOTELS REGGIO EMILIA

Leonardo Candi 7: sbaglia la tripla della possibile vittoria ma mette più volte paura alla difesa bianconera, con continue accelerazioni che lo portano a volte fino al ferro e a volte al tiro in sospensione. Alla fine chiude con 17 punti e 4 asssist e tanti minuti in campo

Baldi Rossi 6,5: ancora un’ottima serata dopo la super prestazione di sabato contro la Fortitudo. In difesa si batte quando Martino sceglie di inserire il “quintetto piccolo”, in attacco resta per tutta la gara una spina nel fianco della difesa bianconera

Brando Taylor 5,5: doppia cifra ma un passo indietro rispetto all’esordio. Tiene molto la palla in mano, forse a volte troppo, senza riuscire a trovare gli spazi giusti e molto spesso andandosi ad imbottigliare nel traffico dell’area avversaria, come nel caso dell’ultima azione del supplementare quando viene chiuso dalla difesa di Pajola e Weems

Marco Giannini n.e.

Ibrahima Cham 5: nel primo tempo soffre Tessitori, nel secondo tempo ancora di più Gamble. Non riesce mai ad anticipare l’avversario e rimane sempre stretto nella morsa dei lunghi di Djordjevic. Sul groppone nel finale anche lo 0/2 ai liberi che poteva indirizzare la partita in modo diverso

Alberto Besozzi n.e.

Federico Bonacini 5: non riesce ad entrare in partita, si fa vedere poco e tira ancor meno

Mouhamet Diouf 5: anche lui non riesce ad appropriarsi dell’area, lasciando molti spazi agli avversari soprattutto nei pressi del ferro dove la Virtus fa da padrona

Janis Blums 5,5: tanta esperienza e classe, ma soffre in difesa dove spesso arriva in ritardo. Sbaglia la tripla della vittoria sulla sirena dell’ultimo periodo, poi nel supplementare si mette da parte e si vede poco

Tomas Kyzlink 7,5: il migliore di serata, 24 punti e 6 rimbalzi. Tira tanto ma molto spesso sono punti a referto per Reggio Emilia. In transizione, piazzato, in emergenza riesce quasi sempre a trovare il fondo della retina, soprattutto nel momento in cui Reggio Emilia torna in partita dopo l’allungo della Virtus.

All. Antimo Martino 6,5: la mano dell’allenatore c’è e si vede, nonostante sia passato poco tempo. Fa il massimo e alla fine rischia di vincerla, nonostante le assenze di 3 stranieri

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.