Taylor & Smith: attenti a quei due. La Reyer spazza via Cremona

Home

UMANA REYER VENEZIA-VANOLI CREMONA 100-78

Al Taliercio va di scena il posticipo, che vede contrapposte la Reyer in cerca di rimanere agganciata al treno per i playoff, e Vanoli Cremona, bisognosa di punti per la salvezza. I lagunari recuperano in extremis Taylor e Crosariol, infortunati in settimana.

CRONACA

Donell Taylor, MVP della partita.
Donell Taylor, MVP della partita.

Markovski schiera i suoi fedelissimi: Vitali-Taylor-Akele-Smith e Magro. Cremona parte con Woodside-Rich-Jackson-Zavackas-Kelly. Il sottomano di Kelly apre le danze, i primi punti reyerini sono dell’ex Vitali. I primi minuti sono fatali per Smith, due turnovers consecutivi. Dopo quattro minuti la situazione è in perfetta parità (9-9) con Taylor a rispondere i punti dei lunghi ospiti. Cremona cerca di rimanere in vantaggio, ma la Reyer non molla e rimane agganciata. Il contropiede di Taylor, concluso da Vitali vale il sorpasso (14-13). Persiste il problema delle palle perse, la terza porta ad un facile contropiede di Rich. Taylor caldissimo nei primi sei minuti, dodici punti a referto e 5-0 per la Vanoli che si porta avanti (22-24). La tripla di Aaron Johnson ribalta la situazione. Si chiude la prima frazione con Venezia avanti 27-24. Nel secondo periodo, la Reyer cerca di imporsi, segnando quattro punti consecutivi, che costringono Pancotto a chiamare il minuto di sospensione. Smith in post basso risulta immarcabile, i lagunari fuggono (35-24). Vitali porta Venezia a quota 40 con un tiro dall’arco, Cremona confusionaria sul pitturato. Gli ospiti guadagnano qualche punto con i liberi e con le palle perse dei lagunari. Jackson riapre la partita, la Vanoli è sotto di quattro (40-36) a novanta secondi dall’intervallo. Taylor interrompe il digiuno con un tiro dalla media. Smith negli ultimi secondi firma il +10. Finisce 46-36 per la Reyer.
Di ritorno dalla pausa lunga la partita prosegue sui ritmi molto alti, la schiacciata dell’alieno Smith vale il +14 (52-38). Gli esterni cremonesi cercano di ricucire il gap, ma Taylor incendia la retina. A tre minuti dalla sirena, la Reyer conduce 61-49. Ventuno punti per Andre Smith, la Reyer vola sul +12. Gli ospiti non mollano e cercano di rimanere aggrappati. Botta e risposta tra Klaudio Ndoja e Peric dall’arco. Taylor pare essersi lasciato alle spalle il pessimo momento di forma e firma il diciannovesimo punto (70-60). Finisce il terzo periodo con la Reyer avanti di 10, dopo 30′ di agonismo puro, partita fin qua intensa, con gli attacchi a prevalersi. Nell’ultimo quarto, fallo tecnico sanzionato a Marchetti per flopping. Quarantadue punti per la coppia Taylor-Smith, per Cremona 15 di Rich e 11 di Jarrius Jackson. Vitali dall’arco è una sentenza, odore di vittoria per Venezia (76-62). Spralja porta la Vanoli a -10, ma la bomba di Taylor spegne le speranze degli ospiti. A 6:40 dalla fine i lagunari conducono 79-66. Gli ultimi cinque minuti sono ordinaria amministrazione per i padroni di casa, con Taylor e Spalja impegnati a ritoccare i propri scores personali. Vitali firma il +18 con un canestro+fallo. Vince la Reyer, dimostrando di essere ampiamente in corsa per i playoff, Cremona regge per metà partita, ma poi crolla sotto i colpi degli americani.

MVP: Donell Taylor. Sassari non è stato un momento di trance, ma la rinascita. Immarcabile per chiunque, autentico trascinatore. Le sue triple (di cui una da otto metri) hanno condannato la Vanoli alla sconfitta. 26 con 33 di valutazione.

Reyer: Peric 20, Giachetti 2, Linhart, Vitali 16, Taylor 26, Smith 23, Akele, Zucca (n.e.), Magro 4, Johnson 9, Crosariol (n.e.).
TL 10/13, T2 33/46, T3 8/17.
Rimbalzi: 29 (Smith 6)
Assist: 18 (Taylor 5)

Cremona: Chase 2, Zavackas 6, Marchetti 2, Woodside 11, Jackson 13, Ariazzi (n.e.), Spralja 14, Basola (n.e.), Pisacane (n.e.), Kelly 10, Rich 15, Ndoja 5.
TL 10/12, T2 28/49, T3 4/22.
Rimbalzi: 28 (Rich e Ndoja 6)
Assist: 8 (Rich 3)

Niccolò Armandola