Terry Rozier: “Cosa farò se i Celtics terranno la stessa squadra? Andarmene”

Home NBA News

Terry Rozier aveva già parlato piuttosto francamente della stagione sua e dei Boston Celtics subito dopo l’eliminazione subita per mano dei Milwaukee Bucks: in queste ore è intervenuto come ospite alla trasmissione di ESPN First Take ed ha rilasciato altre dichiarazioni importanti. Parole che potrebbero dare indizi sul suo futuro, dal momento che Scary Terry sarà per la prima volta free agent in estate.

Rozier non si è risparmiato una critica anche a coach Brad Stevens, reo di organizzare le partite in maniera diversa da quanto detto precedentemente in allenamento:

Arrivavamo alla partita e c’era un game plan diverso da quello che ci aspettavamo dall’allenamento. E’ stato difficile. Avevamo il primo quintetto e poi il secondo quintetto. Poi scendevamo in campo e le squadre venivano mischiate. Non c’era un primo quintetto e un secondo. Quello di cui avevamo parlato in allenamento non è quel che facevamo in partita. Era ad esempio: “Metteremo Kyrie [Irving, ndr] sul parquet e gli avversari metteranno i loro giocatori, poi vedremo il da farsi.

Il giocatore dei Celtics ha parlato poi di futuro: in particolare gli è stato chiesto cosa farebbe se Boston non cambiasse niente di questa squadra in vista della prossima stagione.

Penso che a quel punto dovrei andarmene, dovrei andarmene. Ho detto quel che ho detto alla fine della stagione. Penso che tutti sappiamo che ho intenzione di rimettermi nella stessa situazione di nuovo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.