Terzo quarto fatale per il Valencia: il Barcellona esce vittorioso da La Fontaneta

Coppe Europee Eurolega

VALENCIA BASKET – FC BARCELONA 66-71
(19-16/16-17/9-21/22-17)

Nonostante il grande assente Nikola Mirotic il Barcellona torna a vincere in Europa contro un roccioso Valencia. Una vittoria di squadra, con tante star in doppia cifra (Calathes, Abrines ma anche Smits) e nonostante le grandi difficoltà dell’ultima settimana sul fronte COVID-19.

Primo quarto molto equilibrato a La Fontaneta, con i padroni di casa subito avanti grazie soprattutto al centrone Dubljevic e a Williams. L’assenza della stella montenegrina si fa sentire tra i blaugrana, Smits e Higgins fanno gli straordinari con l’obiettivo di non dare subito troppo riscatto. Missione difficile, parzialmente raggiunta alla sirena con solo un possesso a dividere le due squadre (19-16). L’intensità si alza nei successivi dieci minuti, entrambe le compagini vanno con regolarità a punti e tutti entrano progressivamente in partita. Calathes ed Heurtel escono bene dalla panchina, molto ispirati da un ottimo Smits. Valencia gioca da gruppo, vede l’obiettivo e va a canestro con tanti effettivi, nonostante un gioco solo apparentemente “Dub-centrico”. Il ritmo si adegua solo nei minuti finali, con la testa già negli spogliatoi (35-33).
Gli ospiti rientrano nel parquet con una testa diversa rispetto ai primi venti minuti. Nonostante i tentativi iniziali di Vives e Williams, il terzo parziale è semplicemente una sinfonia catalana: Calathes, Davies e Higgins sono mattatori nella rimonta del Barcellona, che successivamente cambia le pedine in campo e allunga con prepotenza grazie al talento di Abrines e Smits. I locali vanno nel pallone, la retina non si muove più e per Oriola i primi due punti significano anche +10 blaugrana. E 0-11 di parziale. Scacco (44-54). La coppia Abrines-Oriola firma il massimo vantaggio ospite nei primi minuti dell’ultimo atto. Il Valencia si riprende piano dallo shock e cercare di svoltare dopo i soli 9 punti del parziale precedente: Van Rossom trova continuità e ispira i compagni, specialmente un freddo Nikola Kalinic, che si scalda solo nella seconda parte del quarto quarto con le due triple del -6. I padroni di casa cercano di dare tutto nonostante la posizione di inferiorità, il Barça trema ma non perde le redini della gara neanche quando la palla entra solo dalla lunetta. Alla sirena il Valencia deve forzatamente gettare la spugna (66-71).

VALENCIA BASKET: Kalinic 13 – Dubljevic 13 – Vives 7

FC BARCELONA: Smits 15 – Calathes 14 – Davies 11

 

fonte foto: marca.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.