Tony Mitchell è un fenomeno e Cantù fa tre vittorie di fila: Reggio Emilia al tappeto

Home Serie A Recap

Red October Cantù – Grissin Bon Reggio Emilia 101-95

(29-25; 20-20; 21-27; 31-23)

La partita è equilibrata e ad alto punteggio: 19 a 13 Cantù dopo sei minuti di gioco. La Grissin Bon è però ampiamente in partita, anche grazie ad un Ricky Ledo che sembra in una di quelle serate e chiude sotto di solo quattro lunghezze, 29 a 25, al primo intervallo obbligatorio della contesa.
Nel secondo quarto sale in cattedra Tony Mitchell, pure lui in giornata di grazia, e i padroni di casa prendono il largo, toccando anche il +12, a 6 minuti e mezzo dalla fine del primo tempo. Reggio Emilia però non ha nessuna intenzione di tirare i remi in barca e riesce, aumentando esponenzialmente la propria difesa, a rientrare a contatto: 49 a 45 biancoblu al ventesimo minuto di gioco.

Al ritorno dagli spogliatoi si vive di equilibrio, con Mitchell e Ledo che continuano a segnare senza sosta: 55-54 Cantù al giro di boa. Nemmeno nella seconda parte della frazione una delle due compagini riesce a prendere il sopravvento sull’altra e si va all’ultima pausa obbligatoria sul 72 a 70 per gli emiliani.
L’inizio di quarto periodo è equilibrato ma è la Red October a provare a prendere il largo, grazie ad un Maurizio Tassone da career high in Serie A: +8 a 5 dal termine. I canturini, guidati dal solito e#1, tengono sempre la testa della gara, che vincono con il risultato finale di 101 a 95. Ora Cantù non è più una rivelazione.

Cantù: Gaines 20, Mitchell 36, Blakes 2, Udanoh 14, Baparapè NE, Parrillo NE, Davis 2, Tassone 8, Pappalardo NE, Quaglia NE, Jefferson 13, Tavernari 6. All. Evgey Pashutin.

Reggio Emilia: Mussini 0, Ledo 41, Candi 3, Gaspardo 0, Vigori NE, Butterfield 14, Elonu 11, Cervi 4, Griffin 10, Cipolla NE, Llompart 6, De Vico 6. All. Devis Cagnardi.

Qui potete consultare le statistiche compete.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.