Tony Mitchell parla del proprio rapporto con l’Italia: “L’ultima volta non sono stato trattato bene”

Home Serie A News

Tony Mitchell è sicuramente uno dei volti cardine in casa Pallacanestro Cantù. L’americano ex Sassari e Trento sta facendo faville agli ordini di coach Pashutin e nell’ultima giornata ha mandato a referto 36 punti nella bella vittoria contro Reggio Emilia (101-95 il punteggio finale, a questo link la cronaca del match).

Mitchell è stato intervistato dai microfoni de “Corriere dello Sport“, l’ex Sassari ha parlato della sua esperienza a Cantù e del suo passato italiano. Di seguito i passaggi principali dell’intervista:

Mi piace giocare in Italia, ma l’ultima volta che sono stato qui (a Sassari) non sono stato trattato bene. Ora sono un giocatore più vecchio sì, ma molto più saggio. L’allenatore e il gruppo mi stanno aiutando molto. A Cantù voglio vincere, c’è sempre quel desiderio, non conta la prestazione del singolo, conta solo la squadra. 

D’altra parte coach Marco Calvani, suo allenatore proprio alla Dinamo Sassari, si era espresso in maniera non proprio positiva nei confronti del nuovo leader canturino, considerandolo una vera e propria delusione all’interno di una nostra esclusiva:

Mitchell doveva essere quello avrebbe dovuto rappresentare un valore aggiunto, cioè ridare un assetto tra playmaker, ala e pivot che mancava a questa squadra. È stata una delusione totale: ha confermato il perché una realtà sana e solida come Trento, una città a dimensione d’uomo, con un coach di competenza e di grande equilibrio come Buscaglia, non lo ha confermato dopo essere stato MVP. In estate non lo ha cercato nessun club di livello, ha cambiato due club, in Russia (Krasny Oktyabr ndr) e in Spagna (Estudiantes ndr), e qui gli si dava una possibilità per ricrearsi le credenziali e far emergere le qualità che ha. Invece si è dimostarto una scelta sbagliata e un giocatore indisponente, che non vuole stare all’interno di un sistema coi compagni di squadra. Lui non si è mai allineato a quello che era il cliché di lavoro settimanale e della domenica.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.