Tony Parker: “Il mio infortunio 100 volte peggiore di quello di Leonard”

Home NBA News

Nonostante qualche smentita, il clima in casa San Antonio Spurs continua a rimanere teso dopo l’incontro di una settimana fa organizzato dai giocatori per parlare con Kawhi Leonard delle tempistiche del suo rientro in campo. La stella dei texani ha giocato solo 9 gare questa stagione, saltando i primi mesi per un infortunio al quadricipite subito in estate e tornando in infermeria da gennaio a causa di una ricaduta. Nonostante Leonard abbia l’ok dei medici, per il momento non si sente ancora pronto per tornare a giocare e gli Spurs si starebbero abituando all’idea di aspettarlo ormai fino alla prossima stagione.

Tony Parker, che dai primi report di ESPN sembrava aver guidato il suddetto incontro interno, ha parlato ieri con il San Antonio Express-News, forte dell’esperienza maturata nell’ultimo anno abbondante sull’infortunio occorso a Leonard, avendone subito uno molto simile al quadricipite. Le parole del playmaker francese però non hanno troppo rassicurato l’ambiente, anzi: con un po’ di malizia qualcuno potrebbe prenderle come un’ulteriore accusa al compagno.

Ci sono passato anche io. Il mio processo di recupero è durato 8 mesi. Era lo stesso infortunio, ma il mio era cento volte peggiore. Deve restare positivo. Io non ho avuto dubbi nell’operarmi con i dottori degli Spurs, quando mi sono infortunato [al secondo turno dei Playoffs 2017, ndr], dopo 48 ore ero in sala operatoria. Non ho aspettato due settimane per valutare altre opzioni. Non ho avuto dubbi perché sapevo di poter contare sul migliore staff medico del mondo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.