Top of the Week EuroLega: il miglior quintetto e l’MVP del Round 11

Coppe Europee Eurolega Home Rubriche

Come ogni sabato ecco puntuale Top of the Week, settimanale a cura BasketUniverso riguardante il meglio della settimana di EuroLega. Anche questa volta tante sorprese e alcune prime volte. Ma sicuramente non ci sono stati dubbi per l’MVP, autore di qualcosa di veramente storico.

MVP DEL ROUND 11

17 punti nel solo primo quarto sembravano presagire qualcosa di mai fatto negli ultimi anni, così come quel 5/6 da tre nei soli dieci minuti iniziali. Shane Larkin stava scrivendo la storia e i record di questa competizione senza accorgersene, concludendo nel migliore dei modi la sfida contro il Bayern Monaco.
49 punti in 31 minuti di gioco, 10 su 12 dall’arco e 5 su 7 da due punti; una prestazione che supera di gran lunga quella dei vari Myers, Brown, Kambala e Ford, fermi a quota 41. Una gara straripante, giocata senza pressioni e con grande sicurezza nei propri mezzi. Una gara degna del titolo di MVP dato che vale il record di punti fatti in una singola partita nella storia della massima competizione europea. Con dei dati del genere la valutazione PIR non poteva che essere altissima: sommando anche i 5 assist, i 2 rimbalzi e i 6 falli subiti otteniamo ben 53 punti PIR, valore tra i più alti nella storia e ovviamente ennesimo carreer high personale e di squadra. MAGNIFICO.

QUINTETTO DEL ROUND 11

G: Shane Larkin – Anadolu Efes Istanbul

G: Kostas Sloukas – Fenerbahce Beko Istanbul

Nonostante l’assenza di De Colo il Fenerbahce continua a macinare vittorie, riavvicinandosi alla zona playoff dopo un avvio dimenticabile. Nella vittoria contro Khimki Mosca, una delle teste di serie dell’odierna stagione, un contributo particolare è arrivato dal reparto esterni, con top scorer come Datome e Mahmutoglu su tutti; il metronomo in campo è stata però la guardia greca, autore di giocate sopraffine talvolta rivolte più ai compagni che a sé stessi. I 9 assist fatti, primo dato del Round 11 insieme al connazionale Calathes, vanno a sommarsi ai 18 punti firmati, 10 di questi arrivati nel momento di svolta della gara. Il 23 di valutazione PIR supera di un punto quello stabilito a Mosca contro i cugini del CSKA;  quando Sloukas vede la Russia da il meglio di sé.

F: Gabriel Deck – Real Madrid

Poco sotto l’Efes e pari punti al Barcellona ritroviamo il Real Madrid, ormai in pianta stabile in seconda posizione. La vittoria di giovedì contro lo Zenit, la sesta consecutiva e l’ottava totale, è arrivata dopo una bella sfida quasi alla pari sul parquet della Sibur Arena e,  tra i protagonisti, ha visto spiccare uno dei giocatori più sottovalutati del parco ali madrileno. Gabriel Deck si è rivelato per l’ennesima volta in stagione un jolly utilissimo, decisivo non solo in fatto di punti (15 con buone percentuali) ma anche in fatto di rimbalzi (8) e falli subiti (7); sono stati suoi i canestri che hanno innescato il break decisivo nel terzo quarto, così come è stato fondamentale il suo apporto decisivo nella zona 2-3. La valutazione PIR da 25 corona un’altra ottima prestazione per l’argentino dopo la gara contro il CSKA. Pian piano sta prendendo il suo spazio.

F: Deshaun Thomas – Panathinaikos OPAP Athens

Altra prestazione di carattere per l’ex Valencia contro il Baskonia. L’ala viaggia in striscia decisamente positiva per quanto riguarda punti e rimbalzi e il suo Panathinaikos, in altrettanta misura, sta solcando i piani alti della classifica. Con le difficoltà nel pitturato dei compagni di squadra lo statunitense si inventa centro e cattura un gran numero di rimbalzi (ben 8) facendosi spazio tra Shengelia e compagni, rocciosi e ben più alti di lui. A questi somma 15 punti, una rubata e 6 falli subiti in venti minuti scarsi, poco più della metà. E’ l’ennesima prestazione di livello per il 27enne, alla prima vera stagione da protagonista.

F/C: Kostas Papanikolaou – Olympiacos Piraeus

Le sconfitte di Milano fanno rumore in questa stagione al momento ottima. E se arrivano da una rivale storica come l’Olympiacos, per giunta tra le mura amiche, non possono che prendere lo spazio che merita. I greci non faticano al Forum di Assago e portano a casa la vittoria numero 5 in stagione, a solo una posizione dall’ottavo posto; e a rendere facile la vittoria è bastato uno Spanoulis in forma e un Papanikolaou sempre più uomo squadra. L’ala ellenica chiude anche questa gara con la doppia cifra, questa volta a quota 17 e con medie ottime da due punti. Il 16 biancorosso, firmato il record personale di punti a quota 1,510 punti, a 29 anni sta cercando di togliersi qualche altra soddisfazione.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.