Top of the Week EuroLega: il miglior quintetto e l’MVP del Round 12

Coppe Europee Eurolega Home Rubriche

Anche dopo le prime gare di Dicembre torna Top of the Week EuroLega, focus di BasketUniverso sul massimo campionato europeo. La capolista scappa, le altre cercano di mantenere il passo mentre qualcuno comincia a perdere giri dopo un inizio scoppiettante di regular season. Questa settimana un quintetto totalmente atipico: cinque stelle, tutte protagoniste nella rispettive gare di riferimento con prestazioni magistrali. Ma prima spazio al miglior giocatore.

MVP DELLA SETTIMANA

Partita di copertina e sicuramente gara più sentita dell’anno nei rispettivi territori: tutti i riflettori erano puntati sul derby greco tra Panathinaikos e Olympiacos. A uscire protagonista nella sfida dell’OAKA, quasi a sorpresa, è un habituée della pallacanestro europea come Tyrese Rice, autore di una storica prestazione da ben 41 punti, eguagliando i vari Myers, Ford, Brown e Kambala che proprio sette giorni prima avevano visto togliersi il primato dall’MVP del mese di Novembre Shane Larkin. Rice non ha tirato nel migliore dei modi (5/7 da due e 8/16 da tre) ma è stato semplicemente letale dal primo al trentesimo minuto di gioco: trascina i suoi nel secondo e nel terzo quarto e, insieme a Fedrette, domina il supplementare con 7 punti per la vittoria numero otto dei biancoverdi in regular season. La guardia statunitense firma il secondo record di punti segnati in una partita (come già detto), il proprio carreer high (in fatto di punti) e il record di punti segnati da un giocatore del Panathinaikos in una singola partita, superando i 39 di Papapetrou della scorsa stagione. Senza contare il primo posto tra i marcatori del round e il terzo come valutazione PIR (33). Inoltre ricordiamo, qualora qualcuno se lo sia dimenticato, che la carta d’identità dice 32 anni. Gallina vecchia fa ancora buon brodo.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA

G: Tyrese Rice – Panathinaikos OPAP Athens

G: Shane Larkin – Anadolu Efes Istanbul

Ancora qui, ancora tu…”. Non smette mai di stupirci l’ex Boston Celtics e Baskonia. Proprio nella vittoria dell’Efes contro la sua ex squadra è arrivata l’ennesima super partita di un giocatore candidato fortemente al titolo di MVP della regular season: 24 punti, 100% da due e 5/6 da tre punti, con 8 assist, 3 rimbalzi e 3 falli subiti. Canestri importanti nel secondo quarto e decisivi nell’accelerazione del terzo. 37 punti PIR, secondo miglior risultato della settimana e personale (dopo i 53 accumulati contro il Bayern Monaco). Le parole si sprecano quando si parla di questo ragazzo. Parla la pallacanestro per lui.

G: Lorenzo Brown – Cvrena Zvedza Belgrade

Milano non se la passa benissimo nelle ultime settimane e, come se non bastasse, neanche lo storico è dalla sua parte: questa è stata infatti la quinta vittoria su cinque della Stella Rossa contro l’Olimpia, nonostante la gara in casa e un inizio di stagione immacolato. A condannare per l’ennesima volta le Scarpette Rosse ci ha pensato una new entry di questa rubrica, Lorenzo Brown, autore di 21 punti, 7 assist in una gara da assoluto leader. La guardia, alla prima stagione in EuroLega, firma svariati record personali per quanto riguarda punti (fermo a 19 vs Valencia sette giorni fa), assist, stoppate (2) e valutazione PIR (29, sommando i 4 rimbalzi e i 4 falli subiti). I serbi si affacciano alle zone alte della classifica, sarà il 29enne in rampa di lancio a farli sognare per bene?

F: Nikola Mirotic – FC Barcellona Lassa

Come Larkin è un giocatore che non manca quasi mai in questa rubrica. Altra solida prestazione per lui nella facile vittoria interna contro Khimki Mosca con 28 punti e 9 rimbalzi in 33 minuti di gioco. Quarta gara sopra i 24 punti e quarta doppia doppia sfiorata in regular season per lui. Ieri ha toccato il suo massimo stagionale in fatto di punti, totalizzando, con i 7 falli subiti e le 3 stoppate fatte, ben 30 punti PIR.  Il montenegrino si rivela essere la chiave di volta dei catalani, ma se riuscirà a mantenere queste medie stratosferiche ce lo dirà solo il tempo.

F: Anthony Randolph – Real Madrid

Concludiamo con uno dei lunghi più forti nel panorama europeo. L’americano di passaporto sloveno è tra i protagonisti nel derby spagnolo contro Valencia (facilmente vinto dai blancos) nonostante il suo apporto provenga principalmente dalla lunga distanza (4/5 con 0 conclusioni dentro l’arco). Randolph mette 18 punti sparando a cannone dai 6.75 o dalla lunetta, cattura 4 rimbalzi e subisce 5 falli nella solita gara ordinata da appena 24 minuti. Solita prestazione e massimo risultato.

Menzioni necessarie: Avrebbero avuto spazio anche Facundo Campazzo e i suoi 17 assist, Nick Calathes e la doppia doppia da 14+10 r. (con lo 0/9 da tre punti), Kostas Sloukas e la fantastica prestazione da 39 di valutazione (23 punti, 10 assist e il 100% ai liberi) che gli è valso il titolo di MVP del Round 12 per l’Eurolega… ma purtroppo i posti sono limitati. Giusto dare anche a loro un piccolo spazietto.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.