Top of the week Serie A: il miglior quintetto e l’MVP della 14° giornata

Home Serie A News

Ultimo appuntamento, prima del Natale, con Top of the week Serie A. Al termine della 14° giornata ritorna l’appuntamento del lunedì di BasketUniverso dove si eleggono MVP e miglior quintetto del weekend. Questa settimana troviamo due esterni a trazione offensiva, che nei rispettivi match salvezza hanno trascinato i compagni a due vittorie fondamentali; le ali arrivano dalla Sardegna, dove la Dinamo ha schiantato la corazzata bianconera della Virtus; mentre l’MVP, nonché centro del quintetto ideale, arriva proprio da Bologna, ma sponda Effe.

MVP DELLA SETTIMANA

L’MVP di BasketUniverso della quattordicesima giornata se lo aggiudica Henry Sims della Pompea Fortitudo Bologna. Sims ha chiuso il match contro Brindisi, sorpresa del campionato, con una monumentale doppia doppia da 17 punti e, udite udite, 17 rimbalzi e 7 stoppate! Dopo l’inizio di stagione non esaltante, Sims sta crescendo partita dopo partita e attenzione perché il prossimo match della Effe sarà il derby…

IL QUINTETTO IDEALE

PM: Wes Clark (Cantù)

Grazie alla vittoria contro Trieste, Cantù si allontana ancor di più dalla zona rossa della classifica. Inutile negarlo: l’innesto di un talento come Joe Ragland ha sicuramente aiutato tutti; d’altronde parliamo di un giocatore che facilita tantissimo il gioco e migliora anche i compagni. Tra coloro che ne hanno beneficiato c’è sicuramente Wes Clark, autore di una partita ai limiti della perfezione: 32 punti con 3 soli errori su 19 conclusioni. L’ex Brindisi, sgravato dagli impegni di regia, è tutto un altro giocatore, e che giocatore…

G: Terran Petteway (Pistoia)

La sfida tra Pistoia e Pesaro era considerata la partita salvezza, dove dare tutto, dove contava solo vincere. A tal proposito, Terran Petteway sul parquet del PalaCarrara non si è assolutamente risparmiato: 32 punti e 31 di valutazione eguagliando la miglior prestazione realizzata in questo campionato da Josh Mayo e seconda miglior gara dell’ala americana di Pistoia da quando è in Italia. Il go to guy della OriOra ha trascinato i compagni alla quinta vittoria consecutiva in casa e ha affossato ormai ogni speranza della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro.

AP: Dyshawn Pierre (Sassari)

Sassari contro Bologna ha giocato una partita maestosa. La truppa del “Poz” ha messo sotto la prima della classe per 40 minuti, costringendoli ad arrendersi con un passivo molto ampio, quasi inaspettato. La partita di Dyshawn Pierre è assolutamente da premiare, oltre che per i puri numeri (18 punti, 4 recuperi, 3 rimbalzi e altrettanti assist), soprattutto per l’intelligenza cestistica dimostrata. Magari è stato meno appariscente dei compagni di reparto, ma si è sempre fatto trovare nel posto giusto al momento giusto in entrambe le metà campo.

AG: Dwayne Evans (Sassari)

Questa settimana Sassari si merita due uomini nei top five, oltre Pierre anche Evans è stato fondamentale nella netta vittoria contro la Virtus. Per tutti i 31 minuti di gioco, è stato un vero e proprio rebus per la difesa ospite: ha fatto male alla difesa sia prendendo posizione vicino al ferro con la sua energia e sia partendo da fuori con la sua velocità. Nella partita perfetta della Dinamo, lui è emerso come uno dei migliori ed ha sfiorato la doppia doppia con 17 punti e 9 rimbalzi e ben +20 di plus/minus.

C: Henry Sims (Fortitudo Bologna)

In 34 minuti ha fatto registrare: 17 punti, 17 rimbalzi, 7 stoppate e un roboante 42 di valutazione. E con questi numeri, che gli hanno valso il titolo di MVP di giornata, ha messo a segno due record stagionali: nessuno prima di lui aveva tirato giù 17 rimbalzi quest’anno; inoltre, le 7 stoppate sono il nuovo record per il campionato ’19/’20, in precedenza Hayes era riuscito a realizzarne 6 nella gara contro Cremona.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.