Top of the week Serie A: il miglior quintetto e l’MVP della quarta giornata

Home Serie A News

Terzo appuntamento con “Top of the week”. Dopo un altro entusiasmante week end di Serie A, è arrivato il momento di eleggere l’MVP di giornata e di stilare il miglior quintetto. Perciò, ecco i “Top of the week” di questa settimana: 

MVP DELLA SETTIMANA

L’Happy Casa Brindisi espugna il Forum di Assago grazie ad una prestazione mostruosa di Tyler Stone; è lui l’MVP della settimana. Non fatevi trarre in inganno dal 4/11 da due punti, perché la partita del lungo di Memphis è stata superba. 26 punti originati da un mortifero 6/8 da dietro l’arco, in 36 minuti di impiego che dimostrano quanto sia stato imprescindibile per coach Vitucci, A ciò vanno aggiunti anche 13 rimbalzi e 4 assistenze; insomma una prestazione fantastica per coronare un’altrettanto fantastica vittoria di Brindisi sul campo dell’Olimpia.

IL QUINTETTO IDEALE

PM: Sergio Rodriguez (Milano)

L’Olimpia Milano ha incassato la seconda sconfitta fra le mura amiche, ma la prestazione del “Chacho” merita di essere riportata. Ancora una volta si è confermato il leader di questa squadra, un punto fermo dal quale coach Ettore Messina può iniziare a costruire la vera identità delle scarpette rosse. Grazie a lui, Milano ha rimontato dal -18 arrivando fino al -1 a sei secondi dalla fine; nonostante alla fine Brindisi sia riuscita nell’impresa di espugnare il Forum. Sergio Rodriguez, grazie ai suoi 28 punti in 29 minuti con il 60% dal campo, è il play del quintetto ideale di questa settimana.

Special mention: Gal Mekel

G: Darius Johnson-Odom (Reggio Emilia)

Prestazione maiuscola quella di DJO contro la sua ex Vanoli Cremona. Reggio Emilia ha controllato per tutto il tempo la partita e il play nativo di Raleigh è stato il mattatore del match: doppia doppia da 27 punti e 10 rimbalzi, a cui si aggiungono anche 3 recuperi. Seconda vittoria consecutiva per Reggio Emilia che sembra proprio aver trovato la quadratura del cerchio tatticamente parlando, poi con un Johnson-Odom così è ancora più facile.

AP: DeQuan Jones (Trieste)

L’incredibile vittoria esterna della Pallacanestro Trieste a Sassari porta soprattutto il nome dell’ex Cantù. Dopo essere rimasto silente per i primi venti minuti, si è rivelato decisivo per la vittoria grazie a un’ottima ed energica fase difensiva e a splendide giocate d’intensità in attacco. Trieste ha vinto la prima partita della propria stagione e Jones ha messo a segno la sua miglior prestazione: 22 punti e 4 rimbalzi.

AG: Tyler Stone (Brindisi)

Vicinissimo alla perfezione. Tyler Stone, contro Milano, ha giocato una partita splendida: 6/8 da 3 punti, una vera arma da fuoco che Milano non ha saputo/potuto contrastare; inoltre, Stone ha fatto registrare anche 13 rimbalzi e 4 assist. La partita a tutto tondo giocata dal lungo triestino, gli permette anche di aggiudicarsi il titolo di MVP della quarta giornata di Serie A.

C: Julian Gamble (Virtus Bologna)

Nonostante la partita fra la Carpegna Prosciutto Pesaro e la Virtus Bologna sia durata pressapoco 15 minuti; Gamble è stato dominante per tutto il tempo nel pitturato. Si è fatto beffe di Chapman, all’esordio in maglia biancorossa, di Totè e Zanotti, che si sono alternati su di lui tentando invano di fermarlo. Il dato complessivo dei rimbalzi (+30 a favore di Bologna) fa capire come lui e tutti gli altri lunghi di coach Djordjevic siano riusciti a controllare per tutto il match ogni pallone che circolava vicino al ferro su entrambi i lati del campo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.