Top of the Week Serie A2: MVP e quintetto ideale della 17a giornata

Home Serie A2 News

MVP JAZZMARR FERGUSON (Assigeco Piacenza)

Vedere il canestro come una vasca da bagno, ecco riassunta la domenica perfetta di Jazz, autore di una prestazione ‘monstre’ come raramente è accaduto negli ultimi tempi. 50 in 31’ di gioco sono qualcosa di assurdo, Imola non ci ha capito totalmente nulla e grazie all’esperto play americano Piacenza si mantiene sempre viva in zona playoff.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA:

P: JAZZMARR FERGUSON (Assigeco Piacenza)

Dopo averlo nominato MVP, passiamo a guardare i dati statistici: 50 punti con 5/11 da 2, ma soprattutto con 12/16 da 3, un record clamoroso che eguaglia il numero di triple in un incontro realizzato da Voskuil con la maglia di Biella; domina l’incontro, fa ammattire ogni diretto avversario e sigla una prestazione che rimarrà nella storia.  

G: CHRISTIAN JAMES (Fortitudo Agrigento)

Al Palamoncada va in scena una sfida clamorosa tra James e Collins di Treviglio, con il siciliano ad avere la meglio autore di 35 punti e 6 rimbalzi per 37 di valutazione, ma soprattutto autore della tripla decisiva sul +1 sulla sirena dei 24” in precario equilibrio; dominante come pochi quando è in giornata, a turno spazza via Caroti e Palumbo che provano a stargli addosso. Un marziano.

AP: CHRIS ROBERTS (Casale Monferrato)

Nel derby piemontese in cima alla classifica, Casale domina e grazie al suo americano di talento ottiene una vittoria fondamentale. Chris fa il Chris che tutti conoscono, 19 punti con 7/11 dal campo, chirurgici e decisivi in ogni frangente, spezzando le gambe a Biella. E Casale vola altissima.

AG: VALERIO CUCCI (Montegranaro)

Ok, Thomas infila il buzzer della vittoria, ma la gara di Cucci è da manuale del basket; 100% dal campo, 17 punti e 11 rimbalzi per 34 di valutazione e il tiro di Thomas da chi viene assistito? Proprio da Cucci, che smarca il suo compagno per portare a casa i 2 punti. Milgior gara dell’anno per l’ala italiana, su livelli finora mai espressi.

C: FRANCESCO CANDUSSI (Tezenis Verona)

Se Verona è in difficoltà, ci pensa sempre Candussi a togliere le castagne dal fuoco: 23 punti e 11 rimbalzi, dominando il pitturato contro i giovani di Roseto, e sopperendo anche all’esordio da incubo di Bobby Jones con la maglia scaligera. 2 punti d’oro per la Tezenis, per risollevarsi da un periodo molto duro.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.