Top of the Week Serie A2: MVP e quintetto ideale della 6a giornata

Home Serie A2 News

MVP: SETH ALLEN (JuveCaserta)

Il colpo di giornata porta la firma della JuveCaserta che espugna il difficile parquet di Udine, trovando un super Giuri ma ancora di più un Seth Allen devastante, che guida la rimonta dei suoi nella seconda frazione, annientando la resistenza udinese. 30 di valutazione finale e predominio totale del match per il play di Woodbridge, che sblocca così i campani da una situazione di classifica già complicata.

QUINTETTO DELLA SETTIMANA

P: SETH ALLEN (JuveCaserta)

Il nostro MVP settimanale colleziona in 29’ di gioco un match da 25 punti, 4 rimbalzi e 4 assist con un ottimo 7/11 dal campo e 8/9 dalla lunetta, trovando soprattutto le triple che riportano dal meno 14 in parità i bianconeri. Giuri e Cusin poi sorpassano, lui la chiude e si prende la scena della giornata intera.  

G: NIK RAIVIO (Urania Milano)

Raramente uno sconfitto entra nel quintetto settimanale, Milano perde la quinta gara con al massimo 3 pti di scarto, ma il suo uomo più esperto dà tutto e anche più, arrivando stremato alla conclusione. Le cifre dicono 25 punti, 14 rimbalzi e 6 assist per un 40 di valutazione clamoroso, che però non è servito all’Urania ad ottenere il successo su Montegranaro.

AP: JALEN CANNON (Rieti)

I laziali sembrano essersi sbloccati davvero, quarta vittoria in 6 incontri e gruppetto di testa raggiunto, sfruttando ancora una volta l’ennesima grande prestazione del classe ’93 statunitense. Contro Bergamo doppia-doppia da 19+12, di cui ben 5 rimbalzi offensivi, risultando sempre un rebus per la difesa giallonera.

AG: ANDREJS GRAZULIS (Tortona)

Dopo il piccolo infortunio patito negli scorsi giorni, l’ala lettone torna ed è decisiva nella vittoria al supplementare contro Scafati. 22 punti e 6 rimbalzi, ma soprattutto 4 stoppate rifilate ai gialloblu campani, per testimoniare il suo dominio nel pitturato. Tortona vince e respira, e Grazulis ne è il simbolo.

C: FRANCESCO CANDUSSI (Verona)

Nella sfida al vertice contro San Severo, la Verona senza americani gioca una prova di squadra solidissima, dove tutti danno il loro apporto, ma dove la prestazione di Candussi spicca un pelo di più. 18 punti di importanza capitale, 8 rimbalzi e un grandissimo lavoro contro Kennedy, togliendo di fatto il centro pugliese dal match. Nuovamente capolista, sempre più a impronta italiana. 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.