Top&Flop della ventiquattresima giornata di Serie A

Home Serie A

TOP

Pietro Aradori grande protagonista del match contro Pistoia.
Pietro Aradori grande protagonista del match contro Pistoia.

MVP: Pietro Aradori, Grissin Bon Reggio Emilia. Nell’importante vittoria di Reggio contro Pistoia, Aradori si guadagna l’MVP di giornata con una partita da incorniciare. Il numero 4 della nazionale guida i propri compagni con una prestazione totale: 29 punti (5/8 da tre e 8/8 ai liberi), 6 rimbalzi, 4 assist e 3 recuperi, per una valutazione totale di 36. La difesa pistoiese ha ancora gli incubi.

Vittoria più convincente: Olimpia EA7 Milano. Il posticipo di domenica sera vedeva opposte due società che rivali per tradizione: Cantù e Milano. Il derby lombardo non è da sempre carico di emozioni e motivazioni “extra”. Ad uscire vincente dal Forum è l’Olimpia, trascinata dal neo arrivato Batista. Il derby è stato un importante banco di prova per il match di Eurocup di mercoledì, dove Milano è chiamata a una grossa rimonta.

Sorpresa di giornata: Openjobmetis Varese. Dalla zona retrocessione alle porte dei playoffs. Con una classifica così compatta anche questo è possibile: grazie alla vittoria contro Brindisi, la squadra di coach Moretti si affaccia alle posizioni che contano e in punta di piedi i varesini potrebbero anche tentare il colpaccio. Honourable Mention per Daniele Cavaliero, uomo-chiave del match con 22 punti e 3 assist.

Stat of the day: da -18 a +7 per la Pasta Reggia Caserta contro Venezia, che poi è brava a realizzare il contro-parziale decisivo e vincere la gara di sette punti. Al di là del risultato, Caserta-Venezia è stata una partita emozionante; l’ennesimo spot pubblicitario per questo campionato agguerrito più che mai.

FLOP

fontecchio virtus bolognaLVP: Simone Fontecchio, Obiettivo Lavoro Bologna. Il giovane azzurrino in questa stagione è più in ombra dell’anno scorso. Anche contro Avellino Fontecchio parte in quintetto, ma non riesce a fare male alla difesa irpina, chiudendo il match con 5 punti, frutto di un rivedibile 2/6 dal campo, condito da 3 palle perse, un solo rimbalzo e zero assist. Anche la Lega “riprende” il suo giovane prospetto, dandogli un -3 in pagella.

Sconfitta meritata: Giorgio Tesi Group Pistoia. Forse la prima parte di stagione aveva illuso un po’ tutti. La Giorgio Tesi Group del girone di ritorno è tutta un’altra squadra rispetto alla sorpresa della prima metà del campionato. Complici gli infortuni e una panchina molto corta, la squadra di coach Esposito sta lentamente scendendo posizioni in classifica. Anche contro Reggio Emilia, per quanto più forte possa essere, ci si aspettava di più dai marchigiani, che tornano a casa dopo una batosta da 23 punti.

Delusione di giornata: Dolomiti Energia Trentino. Sembra ormai chiaro che il focus principale di Trento sia, almeno fino a mercoledì, l’Eurocup. Se in Europa la squadra di coach Buscaglia sta andando benissimo (vantaggio di 10 punti contro Milano prima della sfida di ritorno), in campionato tentenna non poco. A Torino arriva la 13esima sconfitta stagionale, la sesta consecutiva, che mette a rischio la partecipazione ai playoffs dei trentini.

Statistica da non ripetere: soli 7 assist per Brindisi nel corso dell’intero match. Non ci stancheremo mai di ripeterlo, ma all’Enel Basket Brindisi quest’anno manca qualcosa di fondamentale: il gioco di squadra. Anche contro Varese il movimento di palla non si è visto, con la maggior parte dei giocatori che ha cercato la soluzione individuale attaccando il ferro (20/41 da due) oppure sparando da distanze siderali (7/23 da tre). Questa “strategia” non sta pagando, e Brindisi rischia di non centrare l’obiettivo playoffs…

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.