Torino gioca un solo quarto, non difende e Bologna viola il Palavela senza troppi problemi

Home Serie A Recap

FIAT Torino Auxilium – Virtus Segafredo Bologna 64-80

(11-27, 15-11, 19-16, 19-26)

Al PalaVela la FIAT gioca un solo quarto e cade sotto i colpi della Virtus. Bologna parte subito molto aggressiva e vola via già nel primo quarto, contenendo anche la mini reazione torinese della seconda frazione. Al rientro in campo dopo l’intervallo gli uomini di Galbiati hanno un altro atteggiamento e tra palle recuperate e canestri fatti rimontano fino al -5, prima che i ragazzi di Djordjevic riprendano il controllo e si portino nuovamente a distanza di sicurezza.

Il primo ad andare a referto è Cotton, che con un 1/2 dalla lunetta sblocca il match. Martin risponde immediatamente dall’altro lato del campo, ma è Punter a sfruttare una clamorosa distrazione di McAdoo per firmare l’1-5. L’atteggiamento di Torino è imbarazzante e allora la Virtus ne approfitta per volare sul 3-11 e costringe Galbiati al timeout. Non appena la FIAT sembra ingranare però, Punter raffredda subito gli animi del PalaVela con la tripla del 5-16. Wilson si fa rubare il pallone dalle mani, Kravic schiaccia in contropiede e il punteggio si fa sempre più pesante (7-22). La prima frazione si chiude 11-27, con una Virtus che fa circolare il pallone molto velocemente e trova a ripetizione tiri ad alta percentuale.

Nel secondo quarto il discorso non cambia e la FIAT affonda sempre di più, con i canestri di M’Baye e Martin che regalano alle Vnere il +20. Una tripla di Moore, una schiacciata con fallo di McAdoo e uno sfondamento subito dal solito Poeta provano a scuotere Torino, mentre i tifosi del PalaVela sottolineano la loro preoccupazione riguardo l’incerta situazione societaria invocando il coro “Vogliamo un Presidente! Vogliamo un Presidente!”. Sul 21-35 coach Djordjevic chiama timeout ma è Torino ad uscirne meglio, con Jaiteh che firma il -12. Wilson manda a bersaglio la tripla del -10 e le squadre vanno negli spogliatoi sul 26-38 per l’ultimo canestro di Aradori.

Al rientro in campo, dopo più di un minuto di nulla, è Martin a sbloccare la gara con un tap-in schiacciato nel traffico. La spettacolare schiacciata di Cotton regala alla FIAT il 30-40, la Virtus commette innumerevoli errori al tiro ravvicinato e sotto canestro Jaiteh fa la voce grossa, caricandosi la squadra sulle spalle. La FIAT vola sulle ali dell’entusiasmo ritrovato, Bologna fatica a rimanere lucida e in un attimo il PalaVela ha di nuovo una partita, con Torino che grazie alla tripla di Moore è sotto solo di 5 lunghezze (35-40). Jaiteh segna col fallo ma non realizza il libero aggiuntivo, cosa che invece riesce a Taylor dall’altro lato del campo prima della tripla del 39-48. Pajola dalla distanza segna il 39-52 che ridà fiato alla Virtus, mentre l’intensità difensiva di Cotton garantisce a Torino le palle recuperate che, insieme al bonus, consentono ai padroni di casa di arrivare agli ultimi dieci minuti sotto di soli 9 punti, 45-54.

Il giocare 4vs6 (McAdoo indossa la divisa gialloblu ma per quanto espresso in campo è più utile alla Virtus che alla FIAT) favorisce Bologna che grazie a due triple di Aradori torna ad essere tranquilla, sul 45-62. Portannese dalla distanza sblocca l’Auxilium anche se ormai gli ospiti hanno recuperato il controllo del match. Il finale serve solo alla squadra di Djordjevic per arrotondare il punteggio, visto che la FIAT non riesce più a tornare a contatto. Al quarantesimo il tabellone recita 64-80.

TABELLINO

FIAT Torino: Wilson 5, Anumba ne, Hobson 9, Guaiana ne, Poeta 4, Cusin, McAdoo 6, Jaiteh 16, Marrone ne, Portannese 3, Moore 11, Cotton 10.

Segafredo Bologna: Punter 8, Martin 12, Moreira 6, Pajola 3, Taylor 16, Baldi Rossi, Cappelletti ne, Kravic 9, Aradori 17, Berti ne, M’Baye 6, Cournooh 3.

Qui trovate le statistiche complete della gara.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.