Torino si sveglia nella ripresa e paga lo sforzo, a prendere i due punti è Venezia

Home Serie A Recap

Fiat Torino – Umana Reyer Venezia 66-73

(11-19; 17-20; 25-11; 13-23)

Al PalaVela di Torino partono contratte entrambe le squadre e nella prima metà di quarto si assiste a troppi errori da una parte e dall’altra. A emergere è l’ex Mazzola che parte in quintetto e realizza i primi 5 punti dei suoi. Torino rimane in scia con Jaiteh. A metà quarto i coach iniziano a girare gli uomini e si assiste a molti passaggi a vuoto per entrambe le squadre, che non trovano le rispettive retine per diverse azioni. Ci pensa Daye a un minuto dalla fine del primo quarto a portare il massimo vantaggio ai lagunari, +8, con una tripla che costringe coach Galbiati a chiamare il suo primo minuto. Torino rientra in campo mettendosi a zona, ma il vantaggio ospite rimane immutato e si va al primo riposo con il tabellone che dice 11-19.

Il secondo quarto inizia con la battaglia sotto i tabelloni: sono infatti McAdoo da una parte e Watt dall’altra a bucare la retina. Gli ospiti arrivano al +11 a metà quarto e costringono Galbiati a chiamare time-out (15-26), Torino si rimette a zona 2-3 ma la musica non cambia e lo svantaggio non diminuisce con Hobson e Tonut a rispondersi dall’arco. Un antisportivo fischiato a metà campo su una ripartenza di Moore sembra portare di nuovo in scia Torino che raggiunge il -7, ma si scatena Bramos che con due triple consecutive (prima in stepback, seconda su scarico) porta la partita all’intervallo sul 28-39.

Alla ripresa sono sempre Jaiteh e Watt a fare a sportellate. Hobson con un tiro da tre punti prima e un fallo su tiro da tre conquistato e Wilson in coast to coast riaprono la partita e costringono De Raffaele al minuto di sospensione sul 39-41 dopo 5 minuti di gioco. A 4’ 11’’ dalla fine Torino trova il pari a quota 43. Wilson con l’inchiodata in contropiede porta il primo vantaggio di Torino, ma Watt continua ad essere una garanzia nell’attacco dei suoi. Jaiteh non ci sta e vuole rispondere presente, seguito da Portannese che realizza una tripla con fallo e gioco da 4 punti concretizzato chiudono il terzo quarto sul 53-50.

Haynes apre l’assalto decisivo con una tripla, impattandola. Jaiteh, non è domo e con due canestri in fila porta a +4 Torino e costringe De Raffaele a chiamare time-out (57-53). Daye sale in cattedra e in un amen realizza 5 punti. Dopo la triple di Haynes e il nuovo +4 Venezia è Galbiati a chiamare minuto (59-63). Alla ripresa molta confusione, frenesia e palle perse, tanto è vero che le squadre non segnano per diversi possessi. È Watt di piede perno a sbloccare il tabellone, seguito da un canestro dalla media di Haynes per il +7 a 2’ 07’’ dalla fine. Tripla ancora di Haynes e pronta risposta di Hobson (ultimo a mollare), ma è Watt con una tripla a 26 secondi dalla fine a chiudere la partita. Con questa vittoria Venezia aggancia al secondo posto in classifica Avellino.

Fiat Torino: Anumba ne, Moore* 9, Portannese* 8, Carr* 3, Wilson* 8, Jaiteh* 16, Hobson 16, McAdoo 6, Cusin 0, Poeta 0, Guaiana ne, Stodo ne

Umana Reyer Venezia: Haynes* 17, Daye 14, De Nicolao 2, Stone* 0, Bramos* 9, Watt 17, Tonut 3, Mazzola* 5, Vidmar* 6, Giuri 0, Cerella 0, Biligha 0

Clicca qui per le statistiche complete

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.