Torneo Città di Jesolo: trionfa Venezia con un sorprendente Stone

Home

 

Virtus Granarolo Bologna – Openjobmetis Varese 76-70

Ennesima sconfitta per Varese, che cade anche nella finalina del Torneo di Jesolo contro Bologna. Molti gli assenti nella squadra lombarda: Rautins e Callahan non sono nemmeno partiti con la squadra, Daniel e Kangur sono rimasti invece a riposo dopo qualche fastidio muscolare avvertito nella partita contro Cantù. L’attacco di Varese non può quindi che passare dalle mani di Yakhouba Diawara e Marshall Henderson, americano in prova fino alla completa guarigione di Rautins. Bologna vola subito a +8 nel primo quarto, salvo poi venire raggiunta con la prima frazione che si chiude sul 24-21. I bianco-rossi scivolano a -7 all’intervallo, colpiti da Gaddy e Gilchrist, unici due bolognesi in doppia cifra. Il terzo quarto sorride nuovamente alla Granarolo, che lo chiude sul +14 che sembra chiudere ogni discorso. Nell’ultimo periodo Diawara ed Henderson alimentano la rimonta, che però non riesce nonostante l’ex Ole Miss segni due volte la tripla del -3.

Virtus Granarolo Bologna: White 6, Cuccarolo 4, Gaddy 19, Portannese, Imbrò 6, Fontecchio 4, Mazzola 4, Benetti, Hazell 5, Gilchrist 14, Ray 13. All. Valli.

Openjobmetis Varese: Daniel NE, Casella, Robinson 5, Lepri ne, Diawara 30, Henderson 19, Okoye 3, Deane 5, Kangur NE, Affia 3, Balanzoni 5. All. Pozzecco.

 

peric_reyer-566x350

Reyer Umana Venezia – Acqua Vitasnella Cantù 92-90

Altra vittoria per Venezia ed altra sontuosa prestazione del nuovo acquisto Julyan Stone, autore di 10 punti con 8 assist, 4 rimbalzi e 2 stoppate. Partenza a razzo dei veneziani, che si ritrovano a metà del primo quarto sul 14-3: Moore e Peric lanciano la Reyer e al termine dei primi 10′ il punteggio segna 29-18. Cantù non sembra poter rientrare, nel secondo periodo va nuovamente sotto fino al -15 dopo un canestro di Ress, all’intervallo il tabellone scrive 53-38. Le triple portano Cantù finalmente in partita, fino al -9, mentre i canestri di Buva e Williams valgono il -6 (66-60), con il terzo quarto che si chiude sul 70-65. Ortner e Peric riscrivono il +9, mentre Dulkys poco dopo stabilisce l’80-69. Cantù sembra finita, ma Darius Johnson-Odom firma il -6 a circa due minuti dal termine, Stone non sbaglia dalla lunetta, ma una tripla a pochi secondi dalla sirena fa 90-92. Dulkys tira due liberi con 4 secondi sul cronometro ma li sbaglia entrambi, nonostante questo Cantù non trova il canestro e Venezia porta a casa il torneo.

Reyer Umana Venezia: Peric 17, Goss 10, Stone 10, Ruzzier 6, Moore 10, Ress 7, Viggiano 13, Ortner 8, Dulkys 11. All. Recalcati.

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 25, Abass 2, Feldeine 20, Jones 10, Mbodj 2, Hollis 2, Buva 17, Gentile 3, Williams 8. All. Sacripanti.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.