Tra Milano e Venezia è sfida vera a Cagliari: la spunta l’Olimpia dopo un OT

Home Serie A News

Non occorre attendere l’esito dell’ultima partita del torneo di Cagliari, perché battendo la Reyer Venezia 81-78 dopo un tempo supplementare, l’Olimpia ha vinto la gara e anche il torneo per il secondo anno consecutivo. Come la sera prima contro Sassari, è stata una partita vera, combattuta, che l’Olimpia ha cercato di vincere in anticipo, ma alla fine ha dovuto soffrire fino in fondo quando ha smarrito un po’ di lucidità in attacco. Kevin Punter ha messo i tiri decisivi, in una serata da 19 punti. Alla seconda uscita in 24 ore, con tantissimi cambi com’è ovvio, Coach Messina ha ruotato 14 uomini.

LA PARTITA – Nella seconda uscita stagionale, l’Olimpia è partita con un quintetto differente, con Brooks da 4 e Tarczewski da 5. Come la sera prima, dopo poco più di quattro minuti, è stato cambiato interamente. La Reyer è partita meglio, schizzando sul 9-2 dopo il canestro iniziale di Delaney. Milano ha risposto salendo di tono soprattutto in difesa e poi tornando a meno uno su un gioco in post-up di Hines. Il primo pareggio l’ha firmato Micov con un jumper dalla media che ha chiuso il primo periodo sul 15-15. Il primo vantaggio, a inizio secondo periodo, è arrivato su un jumper dalla media di Kevin Punter. Qui l’Olimpia ha provato ad allungare su una sequenza pregevole di Hines, che prima ha mandato a canestro Shields su un taglio backdoor e poi ha stoppato Vidmar da ultimo uomo. La difesa si è esposta sulle triple di Bramos (tre consecutive nel primo tempo), ma ha retto sul resto della squadra veneziano. E quando Punter ha caricato il jumper, Milano è schizzata avanti 40-31 con un secondo periodo da 25 punti. Nel terzo periodo, Venezia ha allungato la difesa, ma Punter  con una tripla e un passaggio alley-oop schiacciato da LeDay, proseguendo il suo show, facendo coppia con Rodriguez, ha scavato 13 punti di vantaggio prima della consueta girandola di cambi a metà del quarto. Qualche errore e con tanti tiri liberi soprattutto di Watt, Venezia si è riavvicinata a meno sei. La risposta è arrivata con un tap-in di Tarczewski e un jumper di Shields, ma in una fase di gioco contrassegnata da qualche errore di esecuzione, per il 55-49 con cui è terminato il quarto. L’ultimo periodo è stato sofferto, alla seconda gara in 24 ore, la lucidità è venuta meno e l’attacco ha perso brillantezza e precisione nel tiro da fuori. A quattro minuti dalla fine, Tonut, protagonista della rimonta, da tre ha firmato la parità a quota 62. Dopo il time-out di Coach Messina, Micov ha segnato due volte di fila – prima con un floater, poi con un missile da due punti -, mentre sulla risposta dall’arco di De Nicolao, Hines con una prodezza a rimbalzo ha ripristinato tre punti di margine. Milano ha affrontato la volata conclusiva cambiando il quintetto e affidando la palla a Rodriguez. I tiri liberi del Chacho e una serie di buone difese hanno allargato il divario a cinque punti. A meno 30 secondi su un’entrata di Tonut, Venezia si è procurata un’altra opportunità: dopo la difesa di Tarczewski su Watt, la palla è schizzata fuori nelle mani di Bramos. La quinta tripla della sua partita a 10 secondi dalla sirena ha ristabilito la parità. L’Olimpia ha avuto l’opportunità di vincere costruendosi due buoni tiri, il primo di Punter dell’arco, e il secondo di Delaney dalla media, ma nessuno dei due è stato premiato così sul 72-72 si è giocato anche il supplementare. In overtime, è stata la volta di Venezia a soffrire dalla lunetta, così su due liberi di Hines, un’entrata di Delaney e un gioco da tre di Punter, dopo due minuti Milano è tornata a più cinque e poi ha protetto il successo, 81-78.

IL TABELLINO

Olimpia Milano-Reyer Venezia 81-78 (15-15; 40-31; 55-49; 72-72)

Olimpia: Punter 19 (4/9, 2/5, 5/6 tl), LeDay 9 (3/4, 1/2), Moretti (0/1 da 2), Micov 6 (3/4, 0/1), Moraschini, Roll 2 (1/2), Rodriguez 8 (1/3 da 3, 5/8 tl), Tarczewski 6 (2/3 da 2, 2/2 tl), Biligha, Cinciarini, Delaney 7 (3/9, 0/2, 1/1 tl), Shields 9 (3/3, 1/3), Brooks (0/2 da 3), Hines 10 (3/6, 4/5 tl), Datome 5 (1/3, 1/1).

Reyer: Casarin 5, Stone, Bramos 18, Tonut 16, De Nicolao 3, Vidmar 4, Chappell 2, Mazzola 8, Fotu 6, D’Ercole, Cerella 2, Watt 14.

Arbitri: Begnis, Vicino, Bongiorni.

IL PROGRAMMA – Dopo il torneo di Cagliari, l’Olimpia tornerà in campo giovedì 27 agosto al Mediolanum Forum contro Cantù nel debutto ufficiale di Supercoppa. La seconda uscita sarà sabato 29 agosto a Varese.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.