Trapani si aggiudica il derby con l’Orlandina e bissa il successo con Biella

Serie A2 Recap

Un Xavier Johnson sontuoso come di consueto non è stato sufficiente. L’Orlandina basket mastica amaro per la terza volta di fila, questa volta lasciando i due punti ai corregionari della 2 B Control Trapani in un derby di Trinacria tutto pepe. Il roster di coach Daniele Parente mette così la seconda tacca consecutiva alla voce vittorie dopo l’acuto con il fanalino di coda Edilnol Biella al “PalaConad”. Se Trapani aggancia l’Agribertocchi Orzinuovi, la cui sfida contro la Bcc Treviglio è stata rinviata ad aprile, l’ Orlandina si vede scivolare sempre di più verso la zona critica. Agli ospiti sono stati essenziali i contibuti dati dal terzetto delle meraviglie Corbett, Renzi,Spizzichino, tutti e tre in doppia cifra e autori di 41 dei 66 punti del loro collettivo, ovvero quasi due terzi.

PRIMO QUARTO – L’avvio è un botta e risposta a suon di triple, Spizzichini ne mette una per Trapani, Gay una per i padroni di casa. Il botta e risposta prosegue anche se cambiano gli attori, Renzi con una schiacciata per parte ospite e Moretti per l’Orlandina. L’equilibrio regna sovrano. Renzi con un gioco da tre e Corbett provano a far prendere mare aperto a Trapani. Lo stesso Corbett porta il fossato a più otto e il coach dei padroni di casa Marco Sodini spende il primo timeout. La lavata di testa funziona perchè al rientro Johnson cala un fulmineo 4-0 che riporta l’Orlandina in scia, Corbett , Palermo e Spizzichini sul finire del quarto, però, mantengono Trapani in quota sul 19-9.

SECONDO QUARTO – Trapani cerca di allargare il già ampio fossato, Mollura colpisce da tre punti ma Johnson replica con una schiacciata. Stavolta è Parente a chiamare il timeout. Palermo e Miller in contropiede rialzano in quota Trapani, Corbett porta il canestro del più dodici di vantaggio. Johnson prova a rimettere in scia l’Orlandina ma Renzi risponde subito, controrisposta di Gay e il canto e controcanto continuano. Miller schiaccia e Trapani vola a più quindici, Sodini chiama il timeout. Trapani chiude comunque all’intervallo lungo avanti per 37-22 mettendo cinque incollature in più tra sé e Capo d’Orlando rispetto al quarto d’avvio.

TERZO QUARTO – Renzi va in lunetta e ne infila uno su due, Gay colpisce su azione di contropiede e Taflaj continua il discorso. Trapani decide di adottare le contromisure e lo fa per merito del sempre attivissimo Miller che sforna un 4-0. Conti realizza i primi due punti della sua gara, che saranno al termine anche gli unici, ma Spizzichini con un libero mantiene Trapani a più quindici, contropiede di Miller e tiro libero in risposta di Johnson. A nulla valgono i tre punti gi Gay e la tripla di Johnson per impedire che Trapani comandi le operazioni a dieci minuti dalla fine per 49-38.

ULTIMO QUARTO – L’Orlandina ci mette cuore e determinazione per cercare la difficilissima rimonta, Johnson colpisce dalla linea della carità in un caso su due, Miller risponde subito. Lo stesso Johnson insiste con il suo discorso ma Renzi riporta Trapani a più dodici. I canestri a fasi alterne proseguono prima con Laganà, poi con Corbett. Sodini chiama il timeout. Moretti sfodera un buon reverse che illude un po’ l’Orlandina di riprenderla ma Corbett chiude praticamente il discorso con un punto. Laganà e Moretti tentano invano di riaprirlo con delle virgole ma Trapani si impone per 66-54.

MIGLIORI IN CAMPO

XAVIER JOHNSON (ORLANDINA BASKET): Che sia una furia non lo si scopre oggi, il fatto che realizzi da solo quasi la metà dei punti di Capo d’Orlando è il segno che il talento lo ha abbracciato a più riprese lasciando la sua indelebile impronta.

LA MARSHALL CORBETT (2 B CONTROL TRAPANI): Con Renzi da vita al consueto tandem tutto pepe che, quando decide di ingranare, sa davvero spegnere la luce delle avversarie.

TABELLINO

ORLANDINA BASKET: Johnson 26, Gay 12, Moretti 7, Taflaj 4, Laganà 3, Conti 2, Ellis, Tintori, Del Debbio, Ravì. Coach: Marco Sodini.

Tiri liberi: 13 su 17, rimbalzi 45 (Johnson 20), assist 11 (Johnson, Laganà 3)

2B CONTROL TRAPANI: Corbett 15, Renzi 14, Miller 12, Spizzichini 9, Palermo 8, Mollura 8, Nwohuocha, Pianegonda, Adeola. N.e: Milojevic, Basciano. Coach: Daniele Parente.

Tiri liberi: 11 su 17, rimbalzi 42 (Miller 8), assist 16 (Spizzichini 5).

ARBITRI

Alessandro Tirozzi di Bologna

Daniele Alfio Foti di Vittuone (MI)

Daniele Caruso di Milano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.