Trasferta negativa per Torino, il Lietuvos dilaga partendo dai rimbalzi

Coppe Europee Eurocup

LIETUVOS RYTAS-FIAT TORINO 101-68

(30-14, 24-16, 23-23, 24-15)

Serata da dimenticare in Lituania per la Fiat Torino, che viene surclassata dal Lietuvos nel Round 4 delle Top 16 di Eurocup. Il match è stato dominato fin dal 1′ dalla truppa di coach Kurtinaitis, brava nel mettere tanta energia a rimbalzo e in difesa. Mattatore della serata un indomabile Echodas (22 punti con 7/8 da 2) e un ottimo Madgen da 15+8 in 14′.

L’inizio è a senso unico, con Echodas a dominare sotto le plance, risultando immarcabile tanto spalle a canestro quanto a rimbalzo. La Fiat sbaglia tanto in attacco, scivola a -18, poi Jones dalla panchina cerca di dare la scossa con 4 punti e un recupero. Il primo quarto si chiude sul 30-14.

Nel secondo periodo il copione non cambia, anzi il Lietuvos inizia a trovare anche il canestro da fuori, che insieme al 14/15 da 2 vale il +25. Ci prova Washington ad alleggerire il passivo, ma Madgen risponde ancora dai 6.75 per il +26 in favore dei lituani. Una tabellata di Mazzola manda le squadre negli spogliatoi sul 54-30.

Il dominio a rimbalzo d’attacco dei rossoneri continua anche nel terzo quarto, e le seconde chance salgono a 16. Iannuzzi e Vujacic sono gli unici a non mollare e accorciano fino al -20, poi un alley-oop tra Baron e Gedraitis scrive 77-53 al 30′.

Gli ultimi 10′ sono una passerella per il Lietuvos, in cui tutti vanno a canestro e si prendono l’ovazione del pubblico. Il match si chiude sul 101-68.

Lietuvos: Madgen 15, Kramer 5, Lukauskis 0, Mavrokefalidis 6, Echodas 22, Girdziunas 5, Baron 14, Jomantas 3, Giedraitis 10, Peterson 12, Butkevicius 3, Mockevicius 6. Coach: Rimas Kurtinaitis

Torino: Garrett 4, Parente 0, Vujacic 14, Poeta 6, Stephens 4, Patterson 10, Washington 12, Okeke 0, Jones 4, Mazzola 4, Iannuzzi 10. Coach: Carlo Recalcati

  •  
  •  
  •  

15 thoughts on “Trasferta negativa per Torino, il Lietuvos dilaga partendo dai rimbalzi

  1. Infatti il ragionamento non è FIAT = Juventus. La sponsorizzazione della casa di Torino ha permesso a numerosi sponsor di avvicinarsi alla società, e infatti quest’anno c’è stato un aumento di budget.Il discorso della Juventus è slegato dalla sponsorizzazione FIAT.

  2. Postato da: Rodman86

    Non è da escludere che magari la Juva rimanga defilata, è finanzi solo in maniera indiretta la società.

    Potrebbe legarsi indirettamente ma avrebbe poco senso: un’operazione del genere è utile se viene creata un’unica entità. In quel caso i tifosi juventini di tutta Italia si avvicinerebbero a quella che si chiamarebbe Juventus Basket ( @laura qui inorridisce 🤣 ).

    Non è detto che dietro la Fiat ci debba essere per forza la Juve, visto che è stata altre volte sponsor nel basket: ACB, nazionale italiana e spagnola. C’è anche lo spot cestistico della Fiat Tipo, lo danno solo quando ci sono partite di basket perché se no gli italiani pallonari non capirebbero i termini usati dal the coach. 😆

     

  3. Da juventino a cui una situazione del genere farebbe contento, non credo sia una buona mossa per Torino in quanto verrebbe a perdersi l’appoggio dei torinisti, è un club che ha sempre rappresentato tutta la città anche nei colori e mi piace pensare che continui ad esserlo. Si è fatto tanto per riportare l’Auxilium ai fasti del passato e mi sembra che la proprietà stia mettendo a rischio tutto lo sforzo.

    Il solito masochismo del basket italiano 🙄 

  4. Ecco lo sapevo…del resto se è entrata Fiat un motivo ci sarà. Situazione societaria a parte, il problema è stato proprio il cambio di allenatore. Girano un pò le scatole proprio perchè le cose andavano bene. Certo la partenza era con il piede sbagliato come ha già detto Rod, Banchi voleva andare via appena firmato…pensavo fosse cosa superata invece a quanto pare no. Adesso è inutile recriminare, bisogna tirarsi su le maniche e reagire!

    1. Postato da: LauraEcco lo sapevo…del resto se è entrata Fiat un motivo ci sarà. Situazione societaria a parte, il problema è stato proprio il cambio di allenatore. Girano un pò le scatole proprio perchè le cose andavano bene. Certo la partenza era con il piede sbagliato come ha già detto Rod, Banchi voleva andare via appena firmato…pensavo fosse cosa superata invece a quanto pare no. Adesso è inutile recriminare, bisogna tirarsi su le maniche e reagire!

      Al momento si tratta di voci, ma è da un po di anni che si dibatte di questa possibilità. Al momento l’ingresso della Fiat ha permesso l’arrivo di diverse società disposte a sponsorizzare la squadra. Se non ricordo male, tra queste c’è la Brose, che è la società proprietaria del Bamberg.Non è da escludere che magari la Juva rimanga defilata, è finanzi solo in maniera indiretta la società.

  5. Sul futuro di Torino ci sono molte voci. La proprietà pare intenzionata a lasciare, ma i successori dovrebbero addirittura portare un maggiore afflusso di liquidi nelle casse della società. La sponsorizzazione della Fiat ha già prodotto un sostanziale aumento del budget, e sono molto insistenti le voci che vorrebbero la Juventus all’interno del basket, fondando una vera e propria polisportiva sul modello di quelle spagnole.

  6. Qui non si tratta di impasse, ma di un allenatore cambiato in corso, ma l’inserimento in corsa di Recalcati, con tutto quello che ne consegue.I cambi in corsa di un allenatore di solito sono l’ultima spiaggia, ma sono inusuali le dimissione durante una stagione che si sta sviluppando in maniera positiva.Da capire poi quanto fosse compromesso il rapporto tra Banchi e Forni. Già da quest’estate non si erano troppo amati, e pare che il mercato sia una delle cause che ha portato alla rottura. Nel particolare, Banchi aveva chiesto a più riprese l’inserimento di Samuels, per colmare i problemi fisici di Mbawke.

  7. Il periodo di impasse in coppa è abbastanza normale. Mi ricordo che nell’anno sportivo 97/98 l’Olimpia Milano, che poi si qualificò alla finale di Coppa Europa, concesse una storica vittoria ai London Towers. Mi pare che ad oggi sia l’unica sconfitta di una squadra italiana contro una inglese. 😆 

  8. Inguardabili. In due settimane il crollo verticale è evidente. Zero grinta, idee confuse. Ci hanno ammazzato nei rimbalzi offensivi, è vero, però è l’atteggiamento che non mi è piaciuto. Speriamo sia solo una fase di assestamento…mannaggia a Banchi 🙄

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.