Trento cala il poker espugnando il campo di Brescia, la Leonessa cede all’ultimo possesso

Serie A Recap

Germani Basket Brescia – Dolomiti Energia Trento 79-84

(22-16; 20-21; 10-24; 27-23)

Partita dai due volti al PalaLeonessa che alla fine premia la formazione di Trento che sconfigge Brescia sul proprio terreno: la Germani prende il comando delle operazioni nel primo quarto e tale lo mantiene per i primi 20′, ma nel terzo quarto Trento ribalta trend e punteggio, trovando il massimo vantaggio sul +15 a 5′ dalla fine; i padroni di casa però non cedono e rimettono i conti aperti con Hamilton e Vitali, con l’americano che ha sbagliato il tiro decisivo.

Parte subito forte la Leonessa, che trova buone risposte dal quintetto iniziale sul 9-2 che costringe Buscaglia al primo time-out. I bianconeri sbagliano troppo vicino a canestro, mentre Hamilton dall’arco prova a dare uno strappo alla partita (15-6); Craft e compagni cercano di rispondere attaccando il ferro, ma è Jovanovic a fare davvero la differenza con i muscoli e la difesa, poi la schiacciata di Abass chiude il primo quarto sul 22-16. Il secondo quintetto di Brescia funziona bene contro l’ostica difesa trentina, riuscendo a sfruttare bene gli spazi concessi in transizione e in area, mentre l’Aquila prova a rimanere aggrappata alla partita come può, con le percentuali dall’arco che stentano (29-19); la Dolomiti prova a riavvicinarsi con le penetrazioni dei piccoli Craft e Forray, ma il ritorno dei titolari ridà ai biancoblu una spinta sul +12. Gli ospiti però rimangono sempre in corsa e un immediato 7-0 di controbreak spinge Diana al time-out (38-33), però il distacco che rimane fino al 42-37 dell’intervallo.

Alla ripresa del gioco, Trento dimostra sin da subito di avere più energie sotto la guida di Forray e si porta in vantaggio sul 44-46; Brescia fatica a rispondere, mentre i bianconeri aggiustano la mira da fuori, che era mancata nel primo tempo, con Marble e alza il divario a oltre due possessi (47-55). Manca la confidenza con il canestro alla Germani, mentre gli uomini di Buscaglia continuano a martellare il canestro biancoblu per il vantaggio in doppia cifra che mette una pezza prima del quarto finale (52-61). Non c’è reazione però da parte della compagine lombarda, con Trento che controlla a dovere le operazioni in campo e tiene il vantaggio sulle 14 lunghezze (54-68); Brescia prova a reagire con Abass alla guida, ma un doppio fallo di Cunningham paga dazio con i liberi che rimettono gli ospiti sulle 15 lunghezze di margine. Hamilton prova a dare fondo alle ultime energie bresciane, ma è la tripla di Vitali che riaccende la speranza; manca però lucidità ai padroni di casa nel momento decisivo e Marble firma il +6. Ancora Vitali tiene tutto vivo a 13” dal termine con l’ennesima bomba, Trento sbaglia la rimessa, ma Hamilton fallisce per il pareggio. Finisce 79-84.

 

BRESCIA: Hamilton 19, Moss, Zerini 4, Vitali 14, Abass 19, Beverly 6, Sacchetti 6, Cunningham 6, Laquintana 5, Caroli ne

TRENTO: Marble 13, Pascolo 6, Mian 5, Forray 13, Flaccadori 8, Craft 12, Mezzanotte n.e., Gomes 8, Hogue 7, Lechtaler n.e., Jovanovic 12

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.