Capo D’Orlando ci prova fino all’ultimo, ma Trento è troppo solida: vittoria e secondo posto per la Dolomiti Energia.

Serie A Recap

Dolomiti Energia Trento – Betaland Capo D’Orlando 85-76

(31-25; 14-14; 16-15; 24-22)

Quintetti

Trento: Gomes, Craft, Flaccadori, Jefferson, Lighty;

Capo D’Orlando: Delas, Pier, Diener, Fitipaldo, Archie.

Assenze

Berzins (Capo D’Orlando), unico assente oggi.

Stato di forma

2-1 il record per Trento, seconda in classifica dietro alla schiacciasassi Milano, mentre per la Betaland il track è speculare con una vittoria e due sconfitte.

La gara

Gomes inaugura le marcature con il canestro del 2-0, unici punti di Trento nei primi 90 secondi che vedono gli avversari rispondere con un secco 7-0 di parziale sull’asse Archie-Perl. Arriva prontamente la risposta dei padroni di casa, che arrivano al pareggio poco dopo sul 9-9 con Jefferson e rimettono la testa avanti con la bomba di Flaccadori per il 12-11. Al secondo canestro consecutivo di Delas risponde nuovamente la guardia italiana con un preciso viaggio in lunetta, prima di infilare il suo ottavo punto consecutivo con un’altra tripla per il 17-13. Giro di boa ma non di ritmo dopo i primi 5 minuti: Jefferson segna 5 punti consecutivi intervallati dai liberi di Perl, e con la tripla di Hogue i padroni di casa arrivano sul +10 (25-15), mentre dopo i liberi di Laquintana è nuovamente Flaccadori a riportare Trento sulla doppia cifra di vantaggio con il 10 punto personale. Diener prova a dare la scossa ai suoi e coadiuvato dai canestri di Laquintana e dal liberi di Stojanovic segna il -6 per Capo D’Orlando con la tripla che chiude il primo quarto (31-25).

diener orlandinaSecondo quarto, pronti-via: Laquintana e Stojanovic firmano un mini-parziale di 4-0 per il -2 (31-29), ma il canestro dai 6.75 di Baldi Rossi restituisce ossigeno prezioso ai padroni di casa che ritrovano le 5 lunghezze di vantaggio. Moraschini e Iannuzzi si alternano alla marcatura, i tre punti consecutivi di Perl valgono nuovamente il -2 e dopo il canestro di Jefferson arriva la seconda tripla di Diener per il 38-37. Capo D’Orlando trova anche il sorpasso con il canestro di Delas (38-39), ma dopo un paio di minuti il solito Flaccadori si alza per il suo mortifero tiro dalla lunga che ribalta nuovamente il risultato, prima che Craft e Hogue costruiscano un piccolo margine di 6 punti sul finale di frazione, che termina 45-39.

moraschini trentoDopo il riposo lungo i padroni di casa provano nuovamente a spingere sull’acceleratore con Lighty e Hogue, che firmano il +9 sul 50-41, e a rispondere al solito Delas è Jefferson con i 5 punti consecutivi per il massimi vantaggio sul 55-43. Archie e Fitipaldo riportano sotto gli ospiti sul 55-48, ma nonostante i continui tentativi di rimonta di Capo D’Orlando con Stojanovic e Iannuzzi i padroni di casa non si fanno cogliere impreparati e chiudono il terzo quarto sul 61-55. Alla ripresa delle operazioni il copione non accenna a cambiare: gli ospiti trovano con una certa continuità il canestro, ma Trento è abile a rispondere con un Baldi Rossi in gran forma. Diener e Delas sfruttano un momento di defaillance avversaria per l’ennesimo -4 (64-60), ma quando ai canestri di Hogue, Craft e Lighty rimane il solo Delas a rispondere i padroni di casa trovano spazio per piazzare il break vincente: dopo aver ritrovato la doppia cifra di vantaggio sul 75-65, i tentativi di Laquintana vengono stroncati sul nascere grazie ad una grande prova corale della Domoliti Energia, che entrando nell’ultimo minuto con 9 lunghezze di vantaggio gestisce agilmente fino alla sirena finale. Il risultato a Trento è di 85-76.

Svolta della partita

I padroni di casa costruiscono un buon margine di vantaggio fra secondo e terzo quarto, e sono abili nel mantenerlo intatto nonostante i continui tentativi di rimonta degli avversari.

Migliori in campo

Trento: Flaccadori. Vero protagonista della prima parte di gara, che vede la Dolomiti Energia andare in doppia cifra di vantaggio, risponde presente anche sulle successive fiammate avversarie.

Capo D’orlando: Delas. 19 punti con 9/13 dal campo per la spina nel fianco della difesa padrona di casa. Unico dei suoi a spiccare in tutti i tentativi di rimonta nell’arco dell’intera gara.

Peggiori in campo

Trento: Forray. 20 minuti in campo ma solo 4 punti, con una palla persa e 0/4 dall’arco.

Capo D’Orlando: Archie. Perfetto da due punti con 3/3, gioca però 34 minuti e perde due palloni oltre a sbagliare tutti e 4 i tentativi dalla lunga distanza.

Tabellini

Dolomiti Energia Trento: Flaccadori 14, Jefferson 14, Baldi Rossi 11, Hogue 11, Lighty 10, Craft 10, Gomes 9, Forray 4, Moraschini 2.

Capo D’Orlando: Delas 19, Laquintana 12, Perl 10, Diener 10, Fitipaldo 7, Archie 6, Iannuzzi 6, Stojanovic 6.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.