A Trento non basta un Browne irreale: ai supplementari la spunta Nanterre

Coppe Europee Eurocup

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-NANTERRE 102-104

(15-17, 22-20, 18-15, 17-20, 27-29)

Trento esce sconfitta da una vera e propria battaglia sportiva, durata 50′, con Nanterre. Priva di Maye e Williams, con Pascolo e Mezzanotte al rientro dopo un periodo di stop, la squadra di Brienza gioca una partita commovente, che va molto vicina a vincere. Sanders e compagni pagano gli ultimi 30″ del quarto quarto, quando erano avanti di tre lunghezze con palla in mano e non sono riusciti a tenere il vantaggio. Nei due overtime, la freschezza e la voglia di vincere dei francesi, ancora coinvolti nella bagarre qualificazione (mentre l’Aquila è già alle Top 16), hanno fatto la differenza. In ogni caso, il risultato è l’unica nota dolente di una partita condotta per larghi tratti, grazie a una quasi quadrupla doppia da 30 punti, 8 rimbalzi, 10 assist e 10 falli subiti di un Gary Browne assolutamente inarrestabile.

I primi minuti sono equilibrati e impostati in maniera opposta: i locali cercano quasi sempre il tiro da 3, mentre gli ospiti si affidano al duo Kaba-Corbinier vicino a canestro. Martin prova a spezzare l’equilibrio e a far scappare i suoi con cinque punti in fila, ma Cordinier non è dello stesso avviso e mantiene i suoi a contatto nel punteggio. È proprio una tripla di quest’ultimo a chiudere il primo quarto sul 15-17. Continua il momento buono di Nanterre, che mette insieme il primo break con Stone e Berhanemeskel per il +6. La risposta di Trento è immediata, grazie a due triple di Morgan che annullano il gap e anzi valgono il sorpasso. Fino all’intervallo si procede punto a punto, con Browne e Warren rispettivi protagonisti per le due formazioni. L’ultimo guizzo prima dell’intervallo è dei biancoverdi, che chiudono la prima metà sul 37-37 con un 5-0 firmato da Corbinier e Stone.

Dopo l’intervallo si abbassano le percentuali e anche il numero di palle perse, ma non cambia l’equilibrio totale nel punteggio. Ci prova Sanders a prendere in mano la situazione e a scavare il solco per il +8 con due canestri in un amen. Tuttavia Nanterre è in campo per giocarsi la qualificazione e rimane in partita con la testa e nel punteggio, e ha in Fevrier e Stone due specialisti che infilano due triple per il -3. La terza frazione termina 58-55. C’è tensione in avvio di ultimo quarto, ma a differenza di Trento gli ospiti riescono a sciogliersi e infilano due triple con Warren che valgono il +5. La squadra di Brienza impiega 5′ a sbloccarsi, ma quando lo fa inizia a non sbagliare più nulla, e rimette la testa avanti con Forray e Morgan. L’inerzia è tutta dalla parte dei bianconeri, che sul +3 e palla in mano a 34″ dalla fine sembrano aver vinto, ma Sanders deraglia e di là Corbinier prende e segna la tripla del pareggio. Si va all’overtime sul 75-75 dopo che l’ultimo tiro di Browne si spegne sul ferro. Il playmaker trentino si fa perdonare giocando un gran supplementare, nel quale esce anche Sanders per falli. Il coniglio dal cilindro lo pesca Conti, che scrive +4, ma i giochi da tre punti di Kaba e Warren annullano il vantaggio dell’Aquila. Al 45′ il match non è ancora deciso, perché il punteggio è sull’89-89. I secondi 5′ sembrano vedere un dominio degli ospiti, che toccano il +8. Con la grinta e le ultime energie Trento rientra in partita con i liberi di Browne, ma si fermano solo a -2. La gara termina 102-104.

Trento: Martin 15, Jovanovic ne, Pascolo, Conti 5, Browne 30, Forray 6, Sanders 16, Mezzanotte, Morgan 26, Williams ne, Ladurner 4, Lechtaler. All: Nicola Brienza

Nanterre: Behranemeskel 4, Fortas, Fevrier 5, Bouquet, Cordinier 24, Kaba 21, Conklin 7, Wembanyama, Stone 14, Warren 29. All: Philippe Da Silva

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.