Trento paga un brutto terzo quarto: il Buducnost vince alla BLM Group Arena

Coppe Europee Eurocup Home

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-BUDUCNOST VOLI 69-76

(22-13, 19-20, 8-31, 20-12)

Trento lascia per strada una ghiotta occasione di avvicinare le Top 16, perdendo la partita sulla carta più abbordabile, contro il Buducnost ancora privo di successi. E invece, dopo aver ben giocato i primi 20′, la squadra di Brienza ha un crollo verticale negli altri venti, e si vede costretta a cedere il passo. Causa su tutte della sconfitta è stato un terzo quarto inspiegabile (8-31), in cui la difesa ha fatto fare a Cobbs (11 assist) ciò che ha voluto, permettendogli di servire spesso Martin a un passo dal canestro con le sue penetrazioni. Nulla è perduto in ottica qualificazione, ma il margine di errore è diminuito di molto.

Fuochi d’artificio in avvio per Trento, con tre triple di Blackmon che aprono la strada ad un rapido +7, con 16 punti realizzati in 5′. Il Buducnost prova ad accorciare con Sehovic e Martin, ma trova troppi pochi canestri per rimanere a contatto. Kelly e Gentile convertono i recuperi in canestri in entrata, che valgono il +9. La prima frazione si chiude sul 22-13. Il copione non cambia, Trento continua a costruire dalla propria metà campo, e trova punti soprattutto dalla lunetta. La Dolomiti Energia tocca il massimo vantaggio sul +13 con Blackmon ma la gioia dura poco perché Danilo Nikolic riporta i montenegrini sotto la doppia cifra di vantaggio. Un canestro di Forray manda le squadre negli spogliatoi sul 41-33.

Dagli spogliatoi esce un Buducnost diverso, anzi solo il Buducnost, che recupera lo svantaggio sull’asse Nikolic-Ivanovic. Trento è completamente fuori partita, e nemmeno i time-out di Brienza riescono a scuoterla. Martin, allora, ne approfitta e dà avvio ad un nuovo parziale che porterà addirittura al +15 per la squadra in maglia bianca. Un terzo quarto da dimenticare per l’Aquila termina 49-64. La difesa dei locali torna a funzionare, poi i canestri di Kelly e Forray riaccendono la speranza. Tuttavia, gli ospiti ricominciano a giocare come prima sul penetra e scarica, e con i punti di Meiers e Martin salgono a +17. La partita non è finita, perché Mian spara due triple per il -9 con 2:30 da giocare, ma da lì non si riesce più a segnare, anche a causa di alcune scelte sbagliate. Svaniscono, quindi, i sogni di rimonta per Trento: la gara termina 69-76.

Trento: Kelly 12, Blackmon 16, Craft 10, Gentile 4, Pascolo 0, Mian 8, Forray 4, Knox 8, Mezzanotte, Ladurner ne, King 7, Lechtaler ne. All. Nicola Brienza

Buducnost: Cobbs 5, Ivanovic 10, Bamforth 9, Sehovic 4, Martin 18, Ilic 4, Z. Nikolic ne, Bozic, Popovich 2, Meiers 11, D. Nikolic 13, Zugic ne. All. Petar Mijovic

Qui trovate le statistiche complete della gara.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.