Trento passa a Bologna e si prende i playoff, Virtus in ombra

Home Serie A Recap

Virtus Segafredo Bologna – Dolomiti Energia Trento: 83-91

(25-21; 41-45; 62-65; 83-91)

Vince la Dolomiti Energia a Bologna: alla Segafredo Arena finisce 83-91. La Virtus continua nel suo momento difficile e in una partita che non aveva molto da dire in termini di classifica (gli altri risultati l’avrebbero fatta finire al terzo posto a prescindere da vittoria o sconfitta), Djordjevic non trova le risposte cercate.
Davanti agli occhi anche dell’allenatore del Bologna Calcio Sinisa Mihajilovic, la Segafredo si trova nuovamente ingarbugliata nei problemi di questa stagione, come se la lunga pausa non avesse portato benefici. Difesa deficitaria, tante disattenzioni e moltissimi punti subiti, alla quale si unisce un attacco che vive delle invenzioni di Belinelli e Teodosic, con il resto della truppa impaurita e sfiduciata.
Dall’altro lato della barricata grandi meriti a Trento, che guidata da una serata clamorosa al tiro pesante (15 triple a segno) ed il controllo del ritmo ha inflitto la settima sconfitta interna alla Virtus. Mvp di serata Browne (26 punti e 7/10 da 3), affiancato da Williams (20), le giocate di Forray e tutti gli altri in coda.

Con questo successo la Dolomiti Energia si guadagna l’ottavo posto, anche senza dover guardare il risultato (comunque positivo per i trentini) di Cremona a Milano e incontrerà nel primo turno proprio l’Olimpia. La Virtus, invece, resta come detto al terzo posto e nel primo turno se la vedrà con Treviso.

teodosic virtus bolognaTornando alla partita, la partenza è tutta di marca Bolognese. Con Teodosic subito ispirato e Gamble a beneficiare degli assist del serbo, la Virtus parte forte. Trento resta in scia con le triple di Maye e non perde mai contatto con la Segafredo: alla prima pausa è 25-21.

Nel secondo quarto con le triple di Belinelli e Adams la Segafredo prova a scavare il solco e scappa a +8 sul 32-24. Molin ferma tutto col timeout ed in uscita Browne e Williams rispondono per le rime e trovano la nuova parità. Con Maye arriva anche il vantaggio ed il parziale si allunga fino a diventare 4-21 con il massimo vantaggio ospite sul 36-45. Serve il solito Teodosic per suonare la carica e limitare i danni, per il 41-45 del 20′.

Dopo la pausa lunga l’equilibrio regna in campo, con il punteggio che stenta a decollare. Serve una fiammata di Forray per rintuzzare il vantaggio ospite, mentre la Virtus continua a non trovare continuità in difesa. Nuovamente scivolata a -8, Bologna sfrutta Belinelli e Abass per tornare in parità a quota 55. Ma la Dolomiti Energia è più in palla e con il solito Maye torna davanti per il 62-65 del 30′.

L’avvio di ultimo periodo è tutto firmato Bologna, con Belinelli che firma il sorpasso dopo oltre 15 minuti passati ad inseguire. Browne però rimanda subito indietro la Virtus e manda un segnale chiaro. Il portoricano arriva a quota 7 triple segnate e con l’aiuto di Williams nel pitturato si entra negli ultimi 2′ con il +10 ospite, sul 76-86. La Segafredo prova il tutto per tutto con le forzature di Teodosic e Belinelli, ma il divario è troppo ampio e la Dolomiti Energia porta a casa la posta in palio: alla sirena finale il tabellone dice 83-91.

Virtus Segafredo Bologna: Abass 12, Ricci 3, Teodosic 15, Belinelli 22, Markovic 0, Alibegovic 0, Adams 3, Gamble 13, Hunter 7, Pajola 8.
All. Djordjevic

Dolomiti Energia Trento: Sanders 6, Forray 9, Morgan 8, Williams 20, Browne 26, Mezzanotte 0, Ladurner 2, Maye 18, Martin 2.
All. Molin

Luca Marchesini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.