Trento rimonta da -22 a San Pietroburgo, Craft la decide all’overtime

Coppe Europee Eurocup

ZENIT SAN PIETROBURGO-DOLOMITI ENERGIA TRENTO 99-102

(26-16, 26-14, 19-24, 18-35, 10-13)

Trento rimane in corsa per le Top 16 di Eurocup con una vittoria rocambolesca a Trento. Sotto di 16 punti a 3′ dalla fine, i bianconeri ci credono e si guadagnano l’overtime con un fenomenale Gomes da 28 punti. Nei 5′ supplementari, sono Craft (17+13 assist) e Flaccadori a deciderla.

I ragazzi di Buscaglia impiegano 5′ per entrare in campo, durante i quali Karasev e Reynolds sono dominanti: al giro di boa del quarto il parziale è sul 13-2. Entra Mian e scuote l’attacco trentino con due triple, poi Lechtaler firma il -5. Lo Zenit accelera di nuovo con Valiev, Pascolo accorcia ai liberi e chiude la prima frazione sul 26-16. Flaccadori prova a prendersi la squadra sulle spalle, ma i compagni non lo aiutano, soprattutto in difesa. I russi, infatti, tornano a segnare con frequenza da 3 con Voronov e il solito Karasev (7/13 di squadra a metà gara). Ci prova Gomes nel finale di quarto, ma Scrubb sulla sirena rende ancora più pesante il passivo: 52-3o al 20′.

Trento reagisce dopo l’intervallo, e si riavvicina con Mian e tre liberi di Forray. Lo Zenit prova a sbloccarsi offensivamente, ma Pascolo e Craft rispondono e riportano gli ospiti a -12. Il finale di quarto è di marca russa, con Panin per il +19, prima dell’ultimo canestro di Craft. Al 30′, il parziale recita 71-54. In apetura di quarto periodo, sono Gomes e Craft a dare ancora speranze ai bianconeri sul -12 al 36′. I russi tornano sul +16 col contropiede di Simonovic, ma Flaccadori e Gomes tengono viva Trento sul -9. Karasev torna a segnare, ma ancora Gomes e Pascolo mettono il -3 a 40″ dalla fine. Reynolds fa passi, Beto Gomes mette una tripla pazzesca e pareggia. 89-89, si va all’overtime. Trushkin e Voronov mettono due canestri pesanti, Trento sbaglia due volte da sotto e scivola a -4 al 43′. Non è finita perché Mian la mette da 9 metri, poi Flaccadori e Karasev non sbagliano a cronometro fermo: 99-98 a 19″ dalla fine. Craft mette il jumper del sorpasso, poi Flaccadori recupera palla  sulla rimessa e subisce l’antisportivo che chiude la partita. Vince Trento 99-102.

Zenit: Reynolds 8, Karasev 20, Pushkov ne, Trushkin 14, Voronov 18, Simonovic 5, Panin 7, Uthoff 2, Scrubb 16, Valiev 9. All: Vasily Karasev

Trento: Marble 4, Pascolo 16, Mian 14, Forray 5, Flaccadori 16, Craft 17, Mezzanotte, Gomes 28, Kitsing ne, Lechtaler 2. All: Maurizio Buscaglia

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.