Trento sbaglia troppo nel momento decisivo, Cremona passa in terra bianconera

Serie A Recap

Aquila Basket Trento – Vanoli Cremona 79-89

(21-22; 22-22; 20-22; 16-23)

Cinismo e gioco di squadra sono gli ingredienti vincenti per Cremona che supera, grazie a un ultimo quarto decisivo, un’Aquila Trento incerottata (out Craft, King solo 4 minuti in campo) e incapace nel corso degli ultimi 30 minuti di insidiare il vantaggio della Vanoli, nonostante un super Alessandro Gentile.

L’avvio di partita vede le compagini cercare di prendere in mano la partita attraverso azioni elaborate per creare un vantaggio dentro l’area, giocando poco a viso aperto e puntando sulle conclusioni ravvicinate: la coralità di entrambe le formazioni tiene il punteggio equilibrato sul 11-9 a metà frazione, con Knox e Mathews in veste di punti di riferimento. I bianconeri dimostrano maggiore reattività e accelerano sul +8 costringendo Sacchetti al primo timeout (19-11); Cremona reagisce immediatamente con un 6-0 di parziale in campo aperto e dimostra maggiore freschezza e incisività con le rotazioni centrando il primo vantaggio in scadenza di primo quarto (21-22). Le triple di Sanguinetti danno il primo vantaggio alla formazione ospite con Trento che resta sempre in scia degli avversari affidandosi al solito Knox: la maggiore energia permette agli uomini di Sacchetti di proseguire su questa linea, ma Gentile è di altro avviso e pareggia la gara a quota 40. Un paio di canestri per parte chiudono il primo tempo sul 43-44.

Alla ripresa del gioco, un 6-0 cremonese spinge coach Brienza all’immediato timeout; Blackmon riporta in partita i bianconeri a metà frazione, ma Akele è in grande giornata e con un paio di triple frontali ricaccia indietro gli avversari a due possessi di margine. Trento non vuole mollare la presa e torna a contatto con il solito Gentile, ma non riesce a trovare mai la testa della gara con il tabellone che recita 63-66 prima del quarto finale. Stojanovic apre gli ultimi 10′ con 6 punti consecutivi che permettono alla Vanoli di restare davanti, mentre i bianconeri faticano a trovare soluzioni al di fuori del figlio di Nando e sul 67-74 Brienza chiama timeout; i bianconeri però mancano di incisività in attacco e gli ospiti non solo riescono a tenersi stretto il vantaggio guadagnato, ma trovano anche la bomba pesante del +8 con Mathews a 75” dalla fine. E’ la mazzata decisiva perchè Trento non si rialza più e cede il passo a Cremona per 79-89.

TRENTO: Kelly 13, Blackmon 16, Gentile 25, Pascolo, Mian 3, Forray 4, Knox 16, Mezzanotte 2, Ladurner ne, King, Lechtaler ne, Picarelli ne

CREMONA: Saunders 13, Mathews 16, Zanotti ne, Sanguinetti 6, Gazzotti ne, Ruzzier 4, Sobin 4, De Vico 4, Happ 14, Stojanovic 14, Palmi, Akele 14

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.