williams trento

Trento si batte con coraggio ma non basta: vince il Lietkabelis

Coppe Europee Eurocup

DOLOMITI ENERGIA TRENTO-LIETKABELIS PANEVEZYS 61-77

(12-24, 22-14, 15-19, 12-20)

Non arriva la prima vittoria in EuroCup per Trento, che sul suo parquet cede al Lietkabelis incassando la terza sconfitta di fila. Innegabili, però, i progressi della squadra di coach Molin, che ha lottato fino alla fine contro una squadra molto attrezzata, e forse il risultato non dice tutto quello che è successo in campo. L’Aquila, infatti, è stata sempre sotto, ma per oltre 35′ ha risposto colpo su colpo, e solo nel finale ha permesso agli avversari di scappare.

Trento approccia bene, soprattutto con Flaccadori e Williams, e riesce a rimanere a contatto nei primi minuti. Solo per 4′, però, perché l’attacco dei locali si ferma per i cinque successivi e lascia spazio alla spallata dei lituani: il parziale chiuso da Kalaitzakis vale il +10. I bianconeri provano a sbloccarsi con Caroline, ma soffrono troppo nella loro metà campo e restano a distanza: 12-24 al 10′. La squadra di coach Molin comincia a stringersi in difesa, e cerca molto il tiro da 3: le percentuali non sono esaltanti, ma Reynolds scrive comunque -6 a metà secondo quarto. La rimonta non accenna a fermarsi, perché il Lietkabelis perde diverse palle in attacco, e si espone al contropiede dell’Aquila: è così che Saunders appoggia il -1. Un 2+1 di Giedraitis chiude il primo tempo sul 34-38. Trento esce bene dal time-out e completa la rimonta con Williams prima e con Reynolds poi. Tuttavia, spende presto il bonus e deve mettersi a zona: gli ospiti la attaccano molto bene, e allungano di nuovo grazie al cecchino Kalaitzakis. La Dolomiti Energia riesce comunque a limitare i danni e a rimanere sotto la doppia cifra di svantaggio: 49-57 a fine terzo quarto. I lituani iniziano bene l’ultima frazione, e smorzano subito l’entusiasmo dei locali. Questi ultimi si affidano a Flaccadori, bravo a prendersi tiri e falli e a mantenere viva la speranza di tornare in partita. Speranza che si ferma sulla tripla di Reynolds che avrebbe ridato il -5 al 37′, e che invece si stampa sul ferro, poi ci pensa Orelik con la sua esperienza e il suo talento a mettere in cassaforte i due punti. La gara termina 61-77.

Trento: Bradford 6, Williams 18, Reynolds 13, Conti, Forray, Flaccadori 9, Saunders 7, Mezzanotte 2, Ladurner ne, Caroline 6. All: Emanuele Molin

Lietkabelis: Vaiciunas ne, Radicevic 4, Kalaitzakis 20, Giedraitis, Lipkevicius 10, Madunas 7, Zemaitis 9, Berzins 2, Orelik 14, Vasiliauscas ne, Gagic 11. All:  Nenad Canak

1 thought on “Trento si batte con coraggio ma non basta: vince il Lietkabelis

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.