Trento si conferma in zona play-off, battuta Pesaro al PalaTrento

Home Serie A Recap

Dolomiti Energia Trento – Consultinvest Pesaro 77-65

Forray,capitano e anima bianconera
Forray,capitano e anima bianconera

(11-15, 18-12, 23-18, 25-20)

Stasera sono scese in campo al PalaTrento due squadre con obiettivi decisamente diversi: Trento, reduce da 5 successi consecutivi, decisa a consolidare la sua posizione in zona playoff. Pesaro, gravata da 3 sconfitte nelle ultime 3 gare ha invece lottato per la salvezza.

Entrambe le squadre stentano ad entrare in partita: un primo quarto con molti errori si conclude 11-15 in favore degli ospiti.

Nel secondo quarto un contropiedi di Lorant porta i marchigiani a +5, ma i padroni di casa, forti del tifo dei 2790 spettatori, rimangono sempre in partita. E’ una tripla del capitano bianconero Forray a riportare gli ospiti a -1, col tabellino che segna 25 a 24, costringendo coach paolini a chiamare time -out. Conclude la prima metà di gara il capocannoniere Mitchell, portando a cronometro fermo i padroni di casa al punteggio di 29 a 27.

Durante l’intervallo sono state consegnate 3 borse di studio del valore di 500 euro, in memoria di Manuel Bobicchio, giovane aquilotto scomparso prematuramente e pensate per i ragazzi che, come lui, si sono distinti sia nello sport che nello studio. Premiato tra i tre anche Simone Bellan, capitano della Trento under-19.

Nella ripresa le squadre si mostrano più lucide e aggressive, aggiustando le percentuali: 2 giocate di Mitchell e Sanders scavano un mini parziale di 6 punti (35 a 29) che cercano sempre di mantenere. Pesaro però non sembra darsi per vinta e con il contributo di Miles, Musso ed un determinato Lorant, riescono perlomeno a non allargare ulteriormente lo strappo. Il terzo quarto si conclude 52 a 45 in favore dei padroni di casa.

Nell’ultimo parziale di gare Pascolo allarga il divario portando Trento a +9, salvo poi essere riagguantato da 4 punti consecutivi di Ross. Nel frattempo gli animi si scaldano, e Harmwood e Lorant subiscono un tecnico ciascuno per un confronto verbale. Buscaglia non vuole sprecare 

e consiglia ai suoi di mantenersi concentrati, mentre Paolini, contestando le decisioni arbitrali, subisce a sua volta un fallo tecnico. Il nervosismo è palpabile tra il pubblico, che ricopre di fischi l’arbitro che assegna l’ennesimo tecnico in pochi minuti, stavolta a Mitchell, beniamino del PalaTrento. I fischi si trasformano in cori e insulti quando l’ala americana viene addirittura espulsa. Forray e compagni però mantengono la freddezza e chiudono la prova ai liberi, col punteggio finale di 77-65.

Trento: Mitchell 21, Sanders J. 3, Pascolo 15, Grant 10, Forray 15, Flaccadori ne, Owens 7, Baldi Rossi ne, Armwood4, Spanghero 2.

Rimbalzi: 44 (Owens, Mitchell 8)

Assist: 14(Mitchell 7)

T2: 17/39   T3: 9/26   TL: 16/20

Pesaro: Ross 19, Myles 11, Basile 0, Musso 14, Raspino 0, Wright 4, Judge 3, Crow 0, Tortù ne, Lorant 14

Rimbalzi: 45 (Judge 11)

Assist: 7(Musso 3)

T2: 13/37 T3: 8/28 TL:15/22

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.