Treviglio è storia! Verona sconfitta al supplementare, è semifinale per la Remer

Home Serie A2 Recap

REMER TREVIGLIO – TEZENIS VERONA 81-76 dts

(19-14; 12-17; 16-11; 21-26; 13-8)

La Remer Treviglio è la quarta semifinalista di A2, dopo aver battuto Verona 81-76 al supplementare grazie a due triple di Caroti che fino a quel momento aveva tirato 1/19 dal campo. Esplode il PalaFacchetti, lacrime in campo da parte dei trevigliesi con Verona che esce comunque a testa alta ma con parecchi rimpianti soprattutto dopo gara1 e gara3 vinte. Da sottolineare la gran prova di Nikolic e Pecchia e l’0ttima difesa di Roberts, mentre per la Tezenis non sono bastati i 31 di Ferguson. Sarà Treviso-Treviglio e comunque vada per la Remer questa è storia.

Treviglio comincia da dove aveva finito Domenica, 7-0 iniziale con Nikolic e Roberts protagonisti, Verona trova la bomba del rientrante Amato  che la sblocca dopo 3′ di gioco; Borra risponde e Treviglio torna sul +6, e un coast-to-coast di un ritrovato Pecchia con 2+1 fa esplodere un PalaFacchetti letteralmente incandescente. Bomba di Ferguson per rianimare Verona sul 9-15, Dalmonte prende un tecnico per proteste ma Treviglio non concretizza e Vujacic in contropiede piazza la bomba del meno 3 che porta Vertemati a parlarci su con i suoi. Uscita dal timeout perfetta, 4 punti filati di D’Almeida e primo quarto che va in archivio con la Remer avanti 19-14. Udom e Ferguson partono a mille, Tezenis che torna a meno 1, ma dopo 4 minuti finalmente Nikolic con la bomba sblocca Treviglio per il 22-20; storie tese tra Ikangi e Pecchia a rimbalzo ma situazione che si placa poco dopo, ma Verona è tornata nel match, Amato con la bomba segna il vantaggio ma Caroti dopo 8 errori consecutivi si sblocca col 2+1 che vale la parità a quota 28. Parità che è anche il punteggio all’intervallo, prima del quale i liberi di Vujacic e Roberts fissano a quota 31 il punteggio.

Candussi apre la ripresa con 5 punti e il +3 per gli scaligeri, gara ora che è fatta di tantissimi errori, Treviglio di inerzia con Pecchia trova il 39-40 ma la gara pare molto bloccata; Verona perde banalmente due palloni, Roberts ne approfitta con un canestro dei suoi e Remer che torna avanti di 3 lunghezze portando Dalmonte a fermare tutto in una fase parecchio confusa del match. Candussi risponde presente in area ma Pecchia a pochi secondi dal termine con un jumper dalla media sigla il 47-42 che chiude la terza frazione di gioco. 4-0 Remer in apertura con D’Almeida protagonista, risposta però di Candussi con un gioco da 3 punti che riporta Verona a 7 lunghezze di distanza; un antisportivo a Reati a gioco fermo permette a Verona di riportarsi sotto 51-55, Ferguson spara la bomba del meno 1, ma sono 4 punti di Nikolic filati che danno fiato a Treviglio a metà quarto. Ferguson però si è svegliato, due bombe in fila valgono il +1 Tezenis, ma Pecchia risponde in lay-up, Roberts recupera palla e costringe Severini all’antisportivo che rimettono Treviglio avanti sul 65-62. Verona  sbaglia l’attacco, Pecchia sfida Vujacic in 1vs1 e lo infila magistralmente per il +5 a 2′ dal termine; Ferguson ruba palla e appoggia il meno 3, Caroti di là sbaglia il diciassettisimo tiro del suo incontro e a un minuto dalla fine è +3 Remer. Ma Verona vuol farsi del male, Poletti la spara sui piedi di Ferguson ed è persa a 42″ dalla conclusione, Caroti lo imita dall’altra parte con una banalissima persa, Dalmonte chiama minuto a 31.4″, e Ferguson trova due punti rapidissimi per il 66-67, con Vertemati stavolta a fermare tutto. Caroti va subito in lunetta, mettendo solo un libero, poi Severini trova il buco e si infila appoggiando la parità a quota 68 a 1.9″ dalla fine. Roberts non riesce a trovare la conclusione e si va ai supplementari. Nikolic con la tripla apre il supplementare, risponde Udom dalla lunetta e dopo uno 0 su 2 di Pecchia, Ferguson infila il +1 Tezenis. Capitan Pecchia dalla lunetta rimette avanti i biancoblu, ma Ferguson ripaga con la stessa moneta ed è 76-75 Verona a 1.30″; Caroti sbaglia ancora dalla media, ma poi dopo 19 tiri sbagliati trova la bomba del +2 a 44″ dalla conclusione. Verona non trova con Vujacic la retina, Caroti prende il rimbalzo e guida l’attacco trevigliese con l’isolamento, palla tenuta in mano fino a un secondo dalla fine e spara la bomba, solo retina. E’ la vittoria di Treviglio, la Remer vola in semifinale battendo Verona 81-76 cogliendo un risultato semplicemente storico.

TREVIGLIO: Pecchia 16, Nikolic 22, Reati 2, Caroti 10, Palumbo 2, D’Almeida 9, Tiberti, Roberts 14, Borra 6

VERONA: Dieng, Ferguson 31, Poletti 4, Amato 8, Candussi 9, Vujacic 11, Udom 6, Quarisa 2, Severini 5, Ikangi

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.