Treviglio si prende una gara5 da batticuore e passa il turno; Roseto esce a testa altissima

Serie A2 Recap

Remer Blu Basket Treviglio – Cimorosi Roseto 81-74

(17-17; 24-24; 22-16; 18-17)

E’ la formazione di D’Arcangeli a prendere subito il comando delle operazioni in campo con Eboua e Sherrod a fare la voce grossa sotto i tabelloni e il 2-8 costringe coach Vertemati a chiamare time-out; Caroti e Palumbo reagiscono dando una scossa alla partita di Treviglio per un 8-0 di parziale mettendo in ritmo i compagni, mentre l’ampliamento del raggio di tiro rallenta il ritmo iniziale rosetano: L.Nikolic prova a rilanciare i suoi mentre Eboua rende la vita difficile a Borra sotto i tabelloni, ma la Remer c’è con i colpi di Roberts, che infila la tripla del 17 pari prima del primo gong.

Nel secondo periodo i padroni di casa si portano in vantaggio, ma la tensione e la gestione poco intelligente dei possessi tengono basso il ritmo e il punteggio con entrambe le compagini che difficilmente riescono ad andare a tiro: i colpi di M.Nikolic fanno male agli Sharks (28-22), ma la compagine abruzzese non si dà per vinta e, approfittando del calante ritmo dall’arco di Treviglio, torna a spingere sotto canestro con Sherrod e Baheye per il pareggio a quota 30. Da qui è un continuo botta e risposta su più fronti: il 2003 Giordano sfida Caroti in cabina di regia, Roberts risponde a Sherrod…è una gara5 da totale equilibrio con le squadre che raggiungono gli spogliatoi sul 41 pari.

 

La ripresa si riapre ancora nel segno dell’equilibrio ma con una lucidità nel gioco da parte di entrambe le squadre poco ragionata: le triple di M.Nikolic e Palumbo portano avanti Treviglio, che nonostante il nervosismo in campo, aggredisce con più voglia la gara; gli Sharks faticano a rispondere perdendo fiducia e terreno anche nei tiri vicino a canestro, mentre M.Nikolic è scatenato e porta i suoi sul 55-48 costringendo coach D’Arcangeli al timeout. Roseto prova a rispondere a dovere per ricucire i due possessi di margine, ma il crescente impatto di Borra e la costanza di Nikolic tengono i lombardi padroni del campo sul 63-57 prima dell’ultimo periodo.

Akele e L.Nikolic provano a riacciuffare gli avversari mettendo una grande presenza ed energia su ambo i tabelloni ricucendo le distanze a 4 punti: Treviglio non riesce ad occupare l’area per tiri ad alta percentuale e Rodriguez pesca una tripa pesante per il 67-66 che riapre i conti con più di 5′ da giocare ancora. M.Nikolic rilancia avanti di 5 lunghezze la Remer, ma Sherrod tiene ancora in corsa i rosetani; Caroti spara la bomba del 74-70 e da qui la tensione comincia a giocare brutti scherzi con nessuna delle compagini che riescano a trovare un canestro per svoltare la partita proprio nel punto cruciale: ci pensano due liberi di Borra a smuovere l’ago della bilancia, poi a di nuovo Rodriguez tiene ancora tutto aperto con l’ennesima tripla, ma il suggello finale è di Caroti che sigla la tripla che spinge Treviglio al turno successivo. Finisce 81-74.

TREVIGLIO: Borra 15, Nikolic 23, Caroti 12, Palumbo 6, Roberts 20, Reati 2, D’Almeida 3, Tiberti

ROSETO: Sherrod 25, Akele 8, Nikolic 7, Eboua 7, Pierich 9, Baheye 3, Rodriguez 11, Person, Giordano 4, Iannelli

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.