Trieste-Casale: le parole di Dalmasson, Coronica e Ramondino dopo gara 2

Serie A2 News

Al termine di gara 2 delle semifinali play-off vinta dalla Pallacanestro Trieste per 80-69 contro la Junior Casale Monferrato sono intervenuti in sala stampa il coach dell’Alma Eugenio Dalmasson, il capitano dei giuliani Andrea Coronica e il coach della Novipù Marco Ramondino. Di seguito le loro dichiarazioni.

Coach Dalmasson: “Sicuramente l’assenza di Tomassini ha pesto molto per Casale, ma credo che sulla nostra vittoria di stasera non si possano fare discussioni: abbiamo sempre avuto in mano l’inerzia della gara e abbiamo fatto diversi passi avanti rispetto a Gara 1. Stiamo lavorando così da dieci mesi e sarebbe un grosso errore interpretare una pallacanestro diversa da quella che siamo abituati a giocare soprattutto nella fase finale di questa competizione. Dobbiamo costruire le nostre vittorie fondandole su questo grande spirito di squadra. Ora che siamo sul 2-0 un po’ di pressione la avranno sicuramente i nostri avversari, ma vedo la serie ancora apertissima e la vittoria di oggi ci ha dato la sicurezza di giocare almeno l’eventuale Gara 5 all’Alma Arena. La partita di sabato sarà una partita cattiva e molto tirata. Anche se abbiamo risparmiato le energie dei titolari nel quarto quarto non credo questo farà la differenza. Dobbiamo spendere bene le nostre energie nervose visto che la lucidità in gara 3 conterà molto. Da Ros è un giocatore che non si deve mai giudicare per le sue cifre, ma per la sua prestazione globale. Per noi è un elemento fondamentale e lo è sempre stato”.

Coronica: “La squadra ha fatto un’ottima gara. Siamo stati veramente cinici e siamo riusciti ad arginare i punti di forza dei nostri avversari. Il nostro obbiettivo è quello di vincere questa finale il prima possibile, magari già a gara 3. Ringrazio molto Lorenzo Baldasso perché questi due mesi senza giocare sono stati difficili e ci siamo sostenuti a vicenda. Ringrazio anche Gianluca Mauro, Sergio Jankovic e la mia ragazza per avermi sempre sostenuto. Non mi aspettavo di essere chiamato in causa dal coach per questa gara, ma dopo il problema alla schiena di Cittadini le mie possibilità di giocare sono aumentate. Per me questa era una partita speciale ed è stato facile approcciarla nel migliore dei modi perché non ho nulla da perdere visto che potrebbe essere la mia ultima partita da giocatore di pallacanestro. Sono contento ed orgoglioso di aver giocato questi dieci minuti con la squadra della mia città e soprattutto da capitano. Per vincere Gara-3 dobbiamo sicuramente cominciare bene la partita, segnare e difendere in maniera aggressiva fin da subito. Se concediamo troppo a Casale, loro ci possono fare molto male ed è per questo motivo che dobbiamo iniziare giocando in maniera forte e con la giusta convinzione.”

Coach Ramondino: “Questa sera sono solo complimenti per Trieste, per la partita di altissimo livello che l’Alma ha disputato e che ha vinto con pieno merito. Più che commentare questa gara credo che devo pensare a come motivare meglio i giocatori per Gara 3. Ristabilire la disciplina che ci permette di giocare bene la partita invece di cercare per forza giocate improvvisate e rimettere in sesto il nostro stato d’animo. Il compito che devo assumermi è quello di rivitalizzare al meglio i ragazzi per il prossimo match. Ho impiegato Marcius per due minuti puramente per scelta tecnica. L’assenza di Tomassini? Giovanni è un giocatore e una persona insostituibile e la sua assenza si è sentita, devo trovare il modo di riorganizzare la mia squadra perché a causa del suo infortunio oggi siamo una squadra diversa rispetto a quella di domenica. I mie ragazzi però, ne sono consapevole, hanno una grande carattere e si meritano che io lavori al massimo per dargli delle soluzioni diverse che ci permettano di adattatrci a questa situazione. Non credo che ci sia bisogno di conferme sul carattere dei nostri giocatori, dobbiamo solo creare presupposti tecnici e tattici per giocare contro Trieste altrimenti sprechiamo solo energie. Rispetto a Gara-2 l’Alma è stata più continua, ma loro sono una squadra che da anni gioca così in difesa e noi dobbiamo adeguarci di conseguenza”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.