Trieste fa suo il derby e batte nettamente Venezia: i play-off sono sempre più vicini

Home Serie A Recap

ALMA TRIESTE – UMANA REYER VENEZIA 104 – 85

(30-27; 31-28; 21-8; 22-22)

All’Allianz Dome è andato in scena il derby del Triveneto tra l’Alma Pallacanestro Trieste e l’Umana Reyer Venezia. La compagine giuliana, capace di imporsi già all’andata al Taliercio per 83-75, vince anche la gara di ritorno e con questo risultato può dirsi quasi matematicamente qualificata alla post- season. I veneti, invece, tra le cui file vi era l’ex di turno Stefano Tonut, rischiano ora di perdere la seconda piazza e devono guardarsi le spalle da Cremona. L’Alma fa sua la gara nel terzo periodo, concludendo il quarto con un parziale di 21-8, portando a casa la vittoria grazie a 5 uomini in doppia cifra: Peric (15 punti e 6 rimbalzi), Fernandez (15 punti), Wright (12 punti e 8 assist), Dragic (17 punti) e Mosley (12 punti). All’Umana, invece, non bastano i 26 punti di Watt e i 15 di Haynes.

Venezia parte forte con la bomba di Mazzola, che vale subito il +3. Wright prima e Sanders poi provano a riavvicinare l’Alma, ma Haynes tiene a distanza la Reyer con due canestri in fila. Ancora Knox va a segno per Trieste, mentre gli ospiti si affidano a Watt per restare avanti di quattro lunghezze. L’Alma ci prova, ma non riesce a rifarsi sotto, così Watt e Haynes trascinano fino al +6 Venezia. Tocca allora a Wright suonare la carica per i padroni di casa che, dopo la tripla dell’americano, trovano anche il -1 con Dragic. Haynes prova a mantenere a distanza la Reyer con una tripla delle sue, ma ancora uno scatenato Dragic impatta la gara sul 24-24. Mosley e Da Ros poi fanno il resto e Trieste vola così fino al +6. Allo scadere però De Nicolao insacca dalla lunga per il 30-27 che chiude la prima frazione di gioco. Nel secondo periodo Cavaliero spara subito il +6, ma Kennedy non ci sta e la Reyer torna sotto. Ci pensa allora Fernandez e Trieste con un parziale di 8-0 allunga fino al +11. Venezia si affida a Biligha e Daye per ridurre il distacco, ma Cavaliero e compagni restano avanti sopra la doppia cifra. Gli ospiti, però, non mollano, lavorano ai fianchi con Tonut e Watt e a poco a poco accorciano fino al -5. L’Alma con Cavlaiero e Peric ritorna a +9, ma ancora la Reyer, trascinata da Haynes e Bramos, con un parziale di 5-0 torna a farsi pericolosa. Mazzola insacca anche il -2 e ora Trieste soffre. Tocca quindi a Dragic togliere le castagne dal fuoco per i giuliani con la tripla che vale il nuovo +5. L’ex Tonut ci prova, ma dall’altra parte è sempre lo sloveno a tenere distante l’Alma. Il primo tempo termina così con il punteggio di 61-55.

Non bastano i 26 punti di Watt a Venezia per vincere a Trieste.

Al rientro in campo Dragic e Wright confezionano subito il +11 per Trieste. Venezia non reagisce e Cavaliero da tre insacca anche il +14 per i padroni di casa. Daye allora prova a svegliare i suoi, ma è un fuoco di paglia. L’Alma gioca alla grande e in un battibaleno allunga ancora il suo distacco con Da Ros e Mosley. Il parziale di 7-0, infatti, fa volare addirittura a +17 i padroni di casa, che improvvisamente prendono il largo. La Reyer è alle corde e Fernandez insacca anche il +19. De Nicolao non basta e Strautins trova pure il +23. Solo allo scadere con il solito Watt Venezia accorcia, se pur di poco, il distacco (-19). Nell’ultimo quarto Haynes e i suoi tentano il tutto per tutto e partono subito forte con un parziale di 5-0 che riduce a -14 lo svantaggio. Fernandez blocca l’emorragia, ma Watt risponde subito e Venezia resta ancora in partita. L’Alma allora con un mini parziale firmato Wright e Peric ritorna a +18. Tonut con la tripla prova a ridare speranza alla Reyer, ma Mosley e Dragic tengono lontana Trieste. Si entra così negli ultimi quattro minuti di gioco con l’Alma in pieno controllo e Venezia che ormai non crede più nella rimonta. Gli ultimi assaggi della partita servono così solo per le statistiche e consento ai padroni di casa di toccare anche quota 100 con il canestro di Peric. La gara scorre, così, senza sconvolgimenti verso la sua naturale conclusione e termina con il punteggio finale di 104-85.

Zoran Dragic è sempre protagonista nelle vittorie dell’Alma. Per lui, questa volta, 17 punti.

ALMA TRIESTE: Coronica ne, Peric 15, Fernandez 15, Wright 12, Strautins 4, Cavaliero 12, Da Ros 9, Sanders 2, Knox 6, Dragic 17, Mosley 12, Cittadini ne;

Coach: Eugenio Dalmasson

UMANA REYER VENEZIA: Haynes 15, Kennedy 5, Stone 0, Bramos 2, Tonut 12, Daye 6, De Nicolao 5, Biligha 4, Giuri 0, Mazzola 10, Cerella 0, Watt 26;

Assenti: Stone

Coach: Walter De Raffaele

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.