Trieste sbanca Avellino: Da Ros e Dragic dopo un overtime regalano la vittoria all’Alma

Home Serie A Recap

SIDIGAS AVELLINO – ALMA TRIESTE 96 – 97 DTS

(26-19; 24-19; 13-25; 24-24; 9-10)

Al PaladelMauro la Scandone Avellino ospitava la Pallacanestro Trieste nell’incontro valido per la 25°giornata delle Serie A. Gli irpini cercavano la rivincita, dopo la gara d’andata, disputata all’Allianz Dome, che i giuliani stravinsero per 110-64 a causa del contesto particolare in cui si trovava la compagine avellinese. Ora, invece, la situazione si è capovolta e sono i triestini a trovarsi in difficoltà, a causa delle note vicende che hanno coinvolto lo sponsor Alma. La Sidigas alla fine non è riuscita a riscattare la sconfitta dell’andata e si è dovuta arrendere dopo un supplementare al cospetto della squadra giuliana. L’Alma, infatti, si prende di forza il quinto posto in classifica, dopo essere stata capace di recuperare ben 18 punti di distacco e dopo aver trascinato fino all’overtime Avellino. Protagonisti per gli ospiti sono stati Dragic (16 punti) Da Ros (13 punti  e 7 rimbalzi), Sanders (14 punti e 8 rimbalzi); mentre ai padroni di casa non sono bastati i 29 punti di Skyes e i 14 a testa di Nichols e Harper, con l’ultimo autore anche di 5 assist.

Udanoh sblocca subito la gara per i padroni di casa, ma Da Ros pareggia presto i conti per Trieste. Avellino allora con le triple di Skyes e Harper prova a scappare, nonostante i punti di Knox tengano in partita i giuliani. La Sidigas, però, ne ha di più. Green e Harper così mettono a segno i punti che valgono il +8. Da Ros e compagni provano a rientrare, ma Campogrande e Skyes non ci stanno e Avellino vola ancora fino al +11. La reazione dell’Alma non si fa attendere, tanto che grazie a Da Ros e Cavaliero Trieste accorcia ancora le distanze fino al -4. A fine quarto però Skyes infila il ventiseiesimo punto della Sidigas che significa +7. Trieste si affida allora a Mosley per tornare in partita, ma Campogrande segna ancora da tre per il nuovo +8 della Sidigas. Tocca quindi a Cavaliero guidare i compagni e l’Alma rimonta così fino al -4. Ci pensa allora la tripla di Filloy ad allontanare gli ospiti. Campogrande poi fa il resto e i padroni di casa si spingono addirittura fino al +14. Mosley non basta a Trieste. Avellino continua a martellare, non si ferma e arriva anche a +18. grazie a Filloy che insacca ancora dalla distanza. La reazione giuliana passa per le mani di Wright e Strautins, ma non basta per riaprire la partita. Nichols e Skyes, infatti, tengono a distanza Avellino che chiude comunque sopra la doppia cifra il primo tempo. La prima frazione di gioco termina così 50-38.

Nonostante i 29 di Skyes Avellino viene sconfitta in casa, dopo un supplementare, da Trieste.

Al rientro in campo Nichols e Wright animano subito la partita. Tocca poi a Mosley riportare sotto l’Alma, che torna ancora a -8. Avellino però con Nichols e Harper torna a +10, mantenendo momentaneamente a distanza gli ospiti. Trieste, infatti, non molla e si affida a Dragic e Sanders per spingersi poi fino al -5, che riapre il match. Avellino sembra stordita, Udanoh non basta e sempre Sanders ne approfitta per infilare anche il -2 con una tripla delle sue. L’Alma sembra poter affondare il colpo del sorpasso, ma Skyes e Udanoh riescono a riportare al +5 Avellino. Resta però un fuoco di paglia. Trieste ora è in palla, tanto che Fernandez e Dragic prima agguantano il pareggio e poi Knox segna da due per il sorpasso ospite. A togliere le castagne dal fuoco alla Sidigas ci pensa ancora una volta Skyes che impatta la partita sul 68 pari che chiude il terzo periodo. L’ultimo quarto non smette di regalare emozioni: Fernandez sblocca l’equilibrio con il +2 dell’Alma, ma Avelllino, anche se a fatica, trova nuovamente il vantaggio con tre punti di Skyes. I padroni di casa e gli ospiti continuano quindi a rispondersi colpo su colpo, senza voler cedere il passo, fino a quando Cavaliero e compagni spezzano l’equilibrio. Trieste, infatti, a tre dal termine, infila un parziale di 7-0 che sembra lanciare l’Alma verso la vittoria. Tuttavia gli ospiti non hanno fatto i conti con Skyes, che con sei punti consecutivi riporta a -1 la Sidigas quando manca poco alla fine. Wright segna poi il +3 per gli ospiti, ma Nichols tiene ancora in vita Avellino. Ci pensa quindi Sanders a infilare il +4 giuliano, a soli 37 secondi dal termine. La gara sembra ormai scritta, ma Trieste spreca tutto in modo incredibile. Ecco allora che i padroni di casa trovano ancora un rocambolesco pareggio nei secondi finali con Skyes e Harper. I tempi regolamentari terminano così con il punteggio di 87-87.

Zoran Dragic con 16 punti è ancora una volta il miglior realizzatore di Trieste. 

La prima parte dll’overtime sorride all’Alma, che con Dragic e Sanders si porta subito sul +4, ma Green e Udanoh ribaltano presto la partita. La Sidigas torna, così, in vantaggio di un solo punto. Trieste non ci sta e con una magia di Dragic rimette la testa avanti (+2), ma Udanoh riequilibra tutto quando manca un minuto al termine del match. Ancora un finale al cardiopalma quindi: che regala prima l’1/2 ai liberi di Mosley, poi il +1 di Harper e infine il sorpasso giuliano con Dragic. La Sidigas ha comunque nelle mani la palla della vittoria, ma Skyes spreca tutto e si fa stoppare incredibilmente da Da Ros. Trieste, così, porta a casa la vittoria e i due punti sbancando il PaladelMauro dopo una incredibile rimonta. Il risultato finale è 96-97.

SIDIGAS AVELLINO: Udanoh 10, Filloy 8, Nichols 14, Harper 14, Skyes 29, Campani 0, Green 8, Campogrande 13, Sabatino ne, Spizzichini 0, D’Ercole 0, Ndiaye 0;

Coach: Nenad Vucinic

Assenti: Young

ALMA TRIESTE: Da Ros 13, Sanders 14, Dragic 16, Mosley 10, Wright 8, Cittadini 0, Fernandez 9, Strautins 8, Cavaliero 7, Coronica 0, Schina ne, Knox 12;

Coach: Eugenio Dalmasson

Assenti: Peric

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.