Tutti i vantaggi concessi a Kawhi Leonard e Paul George da parte dei Clippers

Home NBA News

Non c’è solo la richiesta di Kawhi Leonard di avere uno spazio privato nel pre-partita, di cui abbiamo già parlato, alla base delle frizioni interne ai Los Angeles Clippers nella passata stagione. The Athletic ha pubblicato un lungo articolo per descrivere tutti gli scontri interni lungo l’anno che hanno poi portato lo spogliatoio a sgretolarsi e culminare nella deludente eliminazione per mano dei Nuggets ai Playoff.

Jovan Buha ha fatto una vera e propria lista di atteggiamenti nel suo articolo, e comunque sarebbero solo alcuni dei favoritismi riservati dai Clippers a Leonard e Paul George in quanto superstar. La lista è la seguente:

  • Solo a Leonard e George erano concesse personali guardie del corpo e allenatori.
  • Leonard e George avevano il potere di decidere sul calendario dei viaggi e quello degli allenamenti di squadra, il che ha indotto i compagni a ritenere l’ex Spurs e Raptors responsabile per la cancellazione di diversi allenamenti nell’arco della stagione.
  • A Leonard è stato concesso di vivere a San Diego, sua città natale, e recarsi a Los Angeles da lì, facendo spesso ritardo per i voli di squadra.
  • Leonard e George erano soliti non parlare con i media nei primi 45 minuti dopo la conclusione di una partita, con la scusa di trattamenti medici o di allenamenti. Il risultato era che i compagni dovevano parlare per primi con i giornalisti, e più a lungo, diventando la voce pubblica della squadra.
  • I compagni erano convinti che Leonard e George potessero decidere quando giocare. Non solo se saltare una partita per intero, ma anche accettare o meno di entrare in campo sul momento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.