Tutto facile per Cantù che passa sul campo della Vuelle Pesaro

Serie A Recap

VUELLE PESARO 82-91 RED OCTOBER CANTÙ

(18-23 / 16-28 / 18-16 / 30-24)

La Red October Cantù trova una vittoria molto importante in chiave playoff sul campo della Vuelle Pesaro, al termine di una partita dove gli uomini di coach Sodini hanno saputo controllare molto bene il vantaggio che si sono costruiti nel secondo quarto, sfruttando gli orrori dell’attacco pesarese. Per Cantù ci sono da sottolineare le ottime prove di Burns (18+14 rimbalzi) e di Chappell (17 punti), ma vanno in doppia cifra anche Smith, Thomas ed Ellis; mentre per Pesaro il migliore è Rotnei Clarke che chiude con 29 punti, assieme ai 18 di Bertone.

Avvio di gara equilibrato dove Pesaro trova punti con Bertone, molto ispirato, e Mika; mentre Cantù si affida alla mano calda di Chappell. Omogbo si iscrive a referto con un 2+1 (unici suoi punti nei primi 20’) che porta la VL avanti, ma solo per qualche secondo visto che dall’altra parte vengono permessi canestri molto semplici a Burns e Smith; quando poi Culpeppeper serve Burns per il +6 ospite, coach Galli ferma la partita. Pallacanestro rivedibile negli ultimi minuti di primo quarto che si chiude 18-23.
Thomas inizia i secondi dieci minuti con le marce alte, segnando 7 punti consecutivi, ma Pesaro riesce a portarsi sul -4 grazie ai canestri di Monaldi, Ceron, Ancellotti e la prima tripla del match di Clarke. Dopo il time out chiesto da coach Sodini, l’attacco pesarese rallenta spaventosamente, con Cantù che inizialmente non riesce ad approfittarne a dovere sbagliando tiri aperti che venivano concessi. Il black out di Pesaro continua e così la Red October, una volta aggiustata la mira, scappa sul +13 quando mancano 2’ al termine del primo tempo. L’attacco dei biancorossi continua ad essere orribile e Cantù, con molta facilità, chiude i primi 20 minuti avanti: 34-51.
In apertura di terzo periodo, Clarke e Braun firmano un parziale di 8-0, con  la Vuelle che sembra essere rientrata in campo con tutt’altro spirito rispetto a quello con cui ha chiuso il primo tempo. La partita si fa più fisica, con Pesaro che prova a rientrare a tutti i costi e con il libero di Clarke si riporta a -9, ma subito Parrillo segna da dietro l’arco. Clarke continua il suo ottimo terzo quarto arrivando a quota 18, ma Cantù riesce a mantenere la doppia cifra di vantaggio rispondendo colpo su colpo. Smith ne fa 4 in fila ed i biancoblù allungano ancora in chiusura di quarto: 52-67 dopo 30 minuti.
Clarke ricomincia così come aveva terminato prima: continuando a segnare per provare a far rientrare i suoi. Gli ospiti trovano canestri di pregevole fattura con le azioni personali di Chappell e Smith, riuscendo a mantenere i soliti 10 punti di margine. Nuovo blackout dell’attacco pesarese, con Smith che segna la tripla che chiude definitivamente i conti dato che porta gli ospiti addirittura sul +18 a 5′ dal termine. Atteggiamento arrendevole dei giocatori in maglia biancorossa e Sodini regala minuti anche ai suoi giovani, con Burns e Clarke che aumentano il loro fatturato. Si chiude 82-91 un match che la Red October Cantù ha sempre controllato dopo che si è costruita un buon margine di vantaggio nel secondo periodo.

TABELLINI:

PESARO: Omogbo 10; Ceron 2; Clarke 29; Mika 5; Ancellotti 6; Braun 10; Bertone 18; Monaldi 2; Serpilli 0; Bocconcelli N.E.; Morgillo N.E.; Crescenzi N.E.

CANTU’: Smith 15; Culpepper 7; Cournooh 9; Parrillo 3; Crosariol 0; Chappell 17: Burns 18; Thomas 11; Ellis 11; Tassone 0; Maspero 0.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.