Tutto quello che c’è da sapere sull’NBA Draft 2020

NBA News

In questo strano ed imprevedibile 2020, l’NBA ha organizzato il ritorno in campo di 22 delle 30 franchigie dopo l’emergenza Coronavirus nella cosiddetta “bolla” di Orlando, ovvero la zona di isolamento creata dall’NBA presso l’ESPN Wide World of Sports Complex, all’interno del Walt Disney Resort. Tra la fine di luglio e la prima metà di agosto, durante dieci giorni di partite giocate con strettissime misure anti-Covid, si sono conclusi sia la regular season che i playoff.

Ma il ritorno alla normalità per la lega del basket a stelle e strisce – e per i tantissimi appassionati in tutto il mondo – passa anche per un altro evento altrettanto importante: l’NBA Draft. Inizialmente previsto per il 19 maggio 2020, questo appuntamento quest’anno si terrà il 16 ottobre presso il Barclays Center di Brooklyn, New York, e rappresenterà il primo passo verso la costruzione dei team che si affronteranno nella prossima stagione. Anche il tradizionale sorteggio preliminare, chiamato NBA Draft Lottery, è stato posticipato rispetto alla data originaria.

Cos’è l’NBA Draft

L’NBA Draft è un evento annuale creato per dare la possibilità alle trenta franchigie dell’NBA di scegliere nuovi giocatori che provengono dai college. Per le giovani promesse del basket universitario è la migliore occasione per passare nel mondo dei professionisti. In generale, per gli appassionati di basket è uno dei momenti più appassionanti fuori dal campo e anche un’occasione per scommettere sui nuovi talenti. Sono tanti infatti i siti sicuri e affidabili per giocare online e puntare sul giocatore che potrebbe diventare una delle prossime star dell’NBA nei prossimi anni, come è stato in passato per Shaquille O’Neal, Magic Johnson o LeBron James, tutti prime scelte nel Draft.

Scommettere sul Draft

Chi vuole scommettere sull’NBA ha disposizione diverse possibilità, come le quote sulle vittorie (squadra vincente nella partita), sui punti per partita, sul numero di rimbalzi a partita, sulle stoppate e ovviamente sul vincitore del titolo. Ma è anche possibile scommettere sulla squadra estratta nella lottery di agosto in prima posizione oppure sul nome del giocatore che sarà la “prima scelta” nel Draft di ottobre.

La finalità del Draft

La scelta dei giocatori da parte dei team è regolata da regole complesse, pensate per garantire l’equilibrio tra le franchigie – una delle caratteristiche della NBA – evitando che una squadra riesca a vincere per molti anni di seguito a scapito delle altre. Inoltre, il Draft ha lo scopo di facilitare il lavoro degli scout e del general manager e di tutelare i giocatori.

I peggiori hanno le maggiori probabilità

Nella serata del Draft, 60 player provenienti dal campionato universitario NCAA oppure da campionati stranieri vengono selezionati a turno dalle franchigie. L’ordine di scelta (chiamato pick) viene stabilito precedentemente dalla lottery, ma in generale le prime quattro chiamate sono riservate alle squadre che non hanno partecipato ai playoff la stagione precedente, attraverso un sorteggio nel quale le peggiori squadre hanno le maggiori probabilità di avere scelte alte.

Il meccanismo è studiato per consentire alle squadre con i roster teoricamente peggiori di aggiudicarsi i giovani più talentuosi e avere così una possibilità per fare meglio la stagione successiva, riequilibrando la competizione. Dalla quinta scelta in poi, le chiamate procedono secondo il record della stagione regolare: dalla peggiore alla migliore, fino alla 60esima pick.

La lottery 2020 è online

La novità della stagione 2020 è che il sorteggio per stabilire l’ordine delle chiamate nel Draft sarà un evento online che si terrà il 20 agosto.

Sorteggi e tie-break

Le squadre che avevano ottenuto risultati identici sono state sottoposte a sorteggio per determinare la loro posizione nella lotteria. Matematicamente solo quattro squadre sono riuscite ad ottenere i posti post-stagionali (Milwaukee Bucks, Toronto Raptors, Boston Celtics nella Eastern Conference, Los Angeles Lakers nella Western Conference). Invece per le squadre che non hanno partecipato ai playoff, date le condizioni uniche in cui si è svolta la stagione appena conclusa, sono stati tenuti in considerazione i record dell’11 marzo. Sono stati giocati i due tie-break, che sono stati aggiudicati da:

  • Sacramento Kings contro i New Orleans Pelicans: così i primi hanno l’86% di probabilità di aggiudicarsi la dodicesima scelta nel Draft, mentre i secondi hanno il 93% di possibilità di ottenere la tredicesima;
  • Oklahoma City Thunder contro Houston Rockets e Utah Jazz: i primi si sono aggiudicati il 21esimo pick, i Rockets il 22esimo e i Jazz il 23esimo.

Come funziona la Draft Lottery

Durante l’estrazione 14 palline da ping-pong numerate vengono messe all’interno di una macchina simile a quelle usate per le estrazioni della lotteria, da cui vengono estratte a caso – l’ordine dei numeri estratti non conta – quattro palline per definire il vincitore. I funzionari stabiliscono quale squadra ha ottenuto la combinazione vincente, così verrà assegnata a quel team la prima scelta nel Draft. Le quattro palline vengono poi reinserite nella macchina e l’operazione viene ripetuta per ottenere la seconda e la terza squadra che avrà la scelta.

L’NBA Draft è sicuramente uno dei momenti più entusiasmanti per gli appassionati di basket, che iniziano già a pregustare la nuova stagione. Quest’anno sarà sicuramente una atmosfera diversa ma varrà comunque la pena immergervisi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.