Treviso non sbaglia in casa: vince il derby con autorità e sconfigge la capolista Trieste

Home Serie A2 Recap

DE’ LONGHI TREVISO – ALMA PALLACANESTRO TRIESTE 83 – 63

(22-18; 24-17; 15-8; 21-20)

Al PalaVerde, dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, è Treviso ad aggiudicarsi il derby del triveneto contro la capolista Trieste. I padroni di casa fanno il vuoto nel terzo periodo e poi gestiscono il vantaggio fino al termine della gara. L’Alma paga le assenze di Da Ros e Green e la De’ Longhi si impone grazie ad un super Swann (27 punti con 8/10 da tre) e ad un ottimo Fantinelli (12 punti, 6 rimbalzi e 6 assist). Bowers, autore di 14 punti e 7 rimbalzi, non basta per salvare gli ospiti dalla sconfitta.

Trieste parte forte con Cittadini e Prandin portandosi subito sul 6-0. Lombardi riduce le distanze, ma la tripla di Fernandez allunga a +7 il vantaggio dell’Alma. Musso ci prova, ma ancora Trieste gioca alla grande e con Janelidze e Fernandez si porta anche a +10. Brown e compagni non ci stanno e la De’ Longhi riduce presto lo svantaggio a -4. Ancora Treviso con Fantinelli e Lombardi pareggia poi la gara. La situazione di equilibrio non si spezza e solo allo scadere del quarto Imbrò segna la tripla del +4 per i padroni di casa. Nel secondo periodo Bowers cerca di ridurre le distanze dei giuliani, ma la De’ Longhi segna tre tripla in fila (Imbrò, Swan e Antonutti) arrivando al +9. L’Alma non si arrende e con Baldasso e Bowers riduce poi le distanze a -4. Intanto Imbrò esce dal campo per infortunio, ma Treviso resta avanti, nonostante la pressione avversaria, riuscendo poi con Fantinelli e Brown ad allungare fino al +10. L’Alma si affida a Bowers per tornare poi a -6, ma Treviso con Fantinelli e Swan riprende in mano la gara e chiude a +11 il primo tempo. Si va all’intervallo lungo sul punteggio di 46-35.

Niente da fare per Bowers e compagni che perdono la sesta partita consecutiva in trasferta.

Al rientro in campo le due compagini iniziano a rilento ma poi Lombardi segna il +13 per Treviso. Cittadini prova a tenere botta per Trieste, ma ancora Lombardi e poi Fantinelli allungano a +15 per la De’ Longhi. L’Alma non trova più il canestro e allora Swan e Antonutti la puniscono e portano i padroni di casa addirittura al +23. Fernandez è l’ultimo a mollare per i triestini, ma i padroni di casa restano avanti di diciannove lunghezze al termine del terzo periodo. Nell’ultimo quarto Baldasso e Prandin ci provano per Trieste, ma Swan segna due volte da tre per il nuovo +21 di Treviso. L’Alma cerca quantomeno di rendere meno amara la sconfitta, ma sempre il numero #4 della De’ Longhi segna sempre da tre anche il +23 per i padroni di casa, così la gara si avvia verso la sua naturale conclusione. Nel finale Cavaliero e Schina riescono a ridurre solo di tre punti lo svantaggio giuliano e la gara termina con il risultato di 83-63.

DE’ LONGHI TREVISO: Brown 8, Negri 0, Sabatini 2, Fantinelli 12, Antonutti 10, Swann 27, Poser ne, Bruttini 2, Musso 5, Lombardi 11, Imbrò 6, Nikolic 0;

Coach Stefano Pilastrini

ALMA TRIESTE: Cavaliero 2, Baldasso 7, Bowers 14, Fernandez 9, Janelidze 7, Deangeli ne, Prandin 8, Schina 2, Cittadini 8, Coronica 0, Loschi 6;

Assenze: Da Ros, Green

Coach Eugenio Dalmasson

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.