Tyler Herro si motiva così: “Ricordo a memoria i nomi dei giocatori scelti prima di me”

Home NBA News

Tyler Herro è uno dei protagonisti della stagione dei Miami Heat, specialmente nei playoff. Il rookie da Kentucky è stato selezionato con la #13 all’ultimo draft e può già essere considerata una delle “steal” più grandi degli ultimi anni, ancora prima di aver completato la sua prima stagione in NBA.

Una chiamata così tardiva in realtà non ha fatto per niente piacere a Herro, come ammesso da lui stesso in sede di presentazione della prima gara delle Finals contro i Lakers, in programma stanotte: “Essere stato scelto per 13° mi ha dato motivazioni aggiuntive e continua a darmene tuttora, anche se essere stato selezionato da Miami è stato l’ideale perché mi sono inserito subito in un contesto vincente. Però ricordo a memoria i nomi dei 12 giocatori chiamati prima di me, rappresentano la benzina sul fuoco delle mie motivazioni”.

Parole da giocatore vero e determinato, con una mentalità che contraddistingue molti vincenti. L’ultimo in ordine di tempo a ricordare la sua chiamata al Draft è stato Draymond Green, uno che ha dimostrato di valere molto più di una 35ª scelta.

Salite sul carro di Tyler Herro finché c’è posto!

Tyler Herro commenta il raggiungimento delle NBA Finals nella sua stagione da rookie

Piccola polemica tra Paul Pierce e Tyler Herro sulla frase del rookie: “I’m a bucket”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.